Gruppi globali uniranno le forze con le vittime degli abusi del clero in Argentina dal 2 al 6 maggio

Azioni pubbliche e proteste da tenersi a Buenos Aires e Mendoza.

I sopravvissuti e gli attivisti inviteranno Papa Francesco a “tornare a casa” e ad applicare “tolleranza zero” per gli abusi.

L’Argentina, dicono i gruppi, è “ground zero” per la promessa del Papa di “una battaglia a tutto campo” contro gli abusi e le insabbiamenti.

(Vedi sotto per il programma completo degli eventi pubblici e dei media)

Buenos Aires, 24 aprile 2019 – Due mesi dopo lo storico summit papale che promette la fine degli abusi e delle coperture del clero in tutto il mondo, due gruppi globali che combattono per la responsabilità nella chiesa cattolica si uniranno alle vittime in Argentina per chiedere a Papa Francesco di tornare nel suo paese d’origine e mettere in atto ciò che dicono “vera tolleranza zero”.

I due gruppi globali sono Ending Clergy Abuse (ECA) e BishopAccountability.org.

ECA è una rete internazionale di eminenti sopravvissuti e attivisti provenienti da 5 continenti e 29 paesi. L’ECA ha guidato le proteste dei sopravvissuti globali a Roma durante il vertice di febbraio sull’abuso sessuale del clero del Papa e ha incontrato alti funzionari vaticani.

Bishop-Accountability.org, è la principale organizzazione di ricerca globale che segue i casi di abuso in tutto il mondo, incluso in Argentina, e ha sede negli Stati Uniti

La chiamata arriva come cardinale Mario Poli, vescovo Óscar Ojea, e gli altri vescovi argentini si riuniscono a Roma per incontrare papa Francesco. I vescovi hanno detto che chiederanno al Papa di tornare in Argentina, dove è stato arcivescovo, provinciale dei gesuiti e leader della conferenza episcopale. Sia Papa Giovanni Paolo II che Papa Benedetto XVI hanno visitato presto i loro paesi d’origine e spesso nei loro pontificati. Nessun papa ha visitato l’Argentina dal 1987.

I due gruppi globali si uniranno alle vittime, agli attivisti e ai gruppi argentini in tre eventi a Buenos Aires e Mendoza tra il 2 e il 6 maggio. I leader dei gruppi:

– Evidenziare ciò che dicono è il “ruolo chiave” dell’Argentina nel risolvere la crisi di abusi globali nella chiesa cattolica

– Presenta il curriculum di Papa Francesco sulla gestione dei casi di abuso in Argentina

– Identificare i vescovi argentini che dovrebbero essere indagati per non aver protetto i bambini

– Annunciare le misure urgenti che Francesco e i vescovi devono adottare per raggiungere la vera tolleranza zero e perché richieda a Francesco di tornare nel suo paese d’origine.

PROGRAMMA COMPLETO DI EVENTI NEWS PRENDENDO ABUSO CLERGY (ECA), BISHOPACCOUNTABILITY.ORG E GRUPPI DI SOPRAVVIVENZA ARGENTINA

10:30 Giovedì 2 maggio: conferenza stampa, capitale federale.

Chi: i leader di BishopAccountability.org e Ending Clergy Abuse Abuse (ECA), insieme alle vittime argentine di abusi sessuali

Dove: Fuori da Condarco 581, Flores, Buenos Aires (Hogar Sacerdotal de Bs As Mons. Mariano A. Espinosa)

10:00 Domenica mattina, 5 maggio: Vigilia diurna dei sopravvissuti argentini sui gradini della Cattedrale Metropolitana di Buenos Aires

Chi: 15-20 vittime argentine, insieme a leader di ECA e BishopAccountability.org

Dove: San Martín 27, C1004 CABA, Argentina

13:00 – 16:00 Domenica pomeriggio, 5 maggio: Survivor Forum on Sex Abuse

Chi: sopravvissuti argentini e attivisti sopravvissuti lanciano una nuova ONG argentina e discutono questioni e strategie per rendere giustizia alle vittime di abusi sessuali nella chiesa e nello stato argentino.

Dove: En un Auditorio Eva Perón de la Asociación Trabajadores del Estado , Carlos Calvo 1375

12:00 Lunedì 6 maggio: Dimostrazione e marzo a Mendoza con i sopravvissuti del Próvolo disabili udenti

Chi: i leader di BishopAccountability.org e Ending Clergy Abuse (ECA), insieme alle vittime di disabilità uditive che hanno subito abusi all’Istituto del Próvolo per i non udenti a Lujan de Cuyo

Dove: L’ evento inizia ad Arzobispado de Mendoza, San Juan, M5500 Mendoza. A seguito di brevi osservazioni di sopravvissuti e attivisti, i gruppi marciano verso il Poder Judicial de Mendoza, Patricias Mendocinas 441, Mendoza

CONTATTO

DA BISHOPACCOUNTABILITY.ORG: 
Anne Barrett Doyle, 
condirettore barrett.doyle@comcast.net 
US mobile e WhatsApp: 001 781 439 5208

DALLA CCE ( ABUSIONE DEGLI ABUSI CLERGY ) 
Peter Isely 
peterisely@gmail.com, contactus@ecaglobal.org 
+14144297259 (disponibile GMT)

Denise Buchanan, PhD 
denise@ecaglobal.org 
+13109802770

DALL’ARGENTINA 
Gabriel Ferrini, sopravvissuto agli abusi di Padre Rubén Pardo 
ferrinigabriel@live.com

Sebastián Cuattromo, superstite e fondatore di Adultxs per los Derechos de la Infancia 
adultxsporlainfancia@gmail.com 
+54 911 6972 9541

ANCHE DALL’ARGENTINA: MIEMBROS de ISA: IGLESIA SIN ABUSOS 
Julieta Anazco 
almadediamante1972@hotmail.com
+54 9 221 6743793

Ricardo Benedetti 
benedetti.ricardo@gmail.com
+54 9 11 64994609

Valeria Regner 
valeriabregner@hotmail.com
+54 9221 6743793

E DA XUMEK ARGENTINA 
Dr. Sergio Salinas 
sergiosalinas@gmail.com
+54 9 2615116963

Dr. Juan Manuel Lavado 
juanmanuellavado@hotmail.com
+54 9 261 609 2297

Global groups will join forces with clergy abuse victims in Argentina May 2-6

Annunci