La Plata: il sacerdote Raúl Sidders viene denunciato per abusi sui minori in una scuola

L’ufficio del procuratore penale a La Plata indaga sulla denuncia di una giovane donna contro un sacerdote Raúl Sidders che lavorava in una scuola cattolica nella capitale Buenos Aires ed è stato trasferito a maggio a Misiones, secondo una fonte giudiziaria.

Si tratta di Raúl Anatoly Sidders, insegnante e sacerdote della scuola San Vicente de Paúl a La Plata e lo scorso maggio è stato trasferito a Misiones, dove attende di essere nominato cappellano della XIII Squadra della Gendarmeria Nazionale di Puerto Iguazú.

Una fonte giudiziaria ha confermato che giovedì mattina una ragazza di 27 anni ha denunciato il sacerdote per il reato di abuso sessuale aggravato commesso contro di lei mentre frequentava le elementari in quella struttura.

La denuncia è caduta sull’ufficio del procuratore di Álvaro Garganta, ha spiegato la fonte.

Secondo la presentazione, gli eventi si sono verificati tra il 2004 e il 2007, tra gli 11 e i 14 anni del denunciante.

Settimane fa, la giovane, la cui identità è tutelata, ha denunciato gli abusi subiti sul portale Prensa Obrera, che nei giorni successivi ha ricevuto la testimonianza di altre vittime.

«Dall’età di 11 anni ha cominciato a molestarmi. In inverno, davanti a tutti, mi faceva mettere le mani nelle tasche della sua tonaca perché diceva che avevo le mani fredde e mi faceva sentire la sua erezione “, ha raccontato la giovane a Prensa Obrera.

Ha detto che il prete , durante la confessione, “mi ha chiesto se sapevo masturbarmi e come ho detto di no, mi ha spiegato con le dita, senza toccarmi, come fare. Mi ha suggerito di farlo pensando a lui e che nella confessione successiva gli dicessi come mi ero sentito.

Secondo altri ex studenti maschi raccontati a Prensa Obrera, il sacerdote era conosciuto come “Frasquito”, perché li obbligava a masturbarsi per conservare il loro seme in barattoli.

La Plata: denuncian al sacerdote Raúl Sidders por abuso de menores en un colegio