Prato, 12 religiosi indagati per abusi su minori

La Procura di Prato ha iscritto altri tre religiosi nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta su presunte violenze sessuali nei confronti di due fratelli, entrambi minorenni all’epoca dei fatti contestati, che si sarebbero consumate tra il 2008 e il 2016 fra le mura delle sedi di Prato e di Calomini (Lucca) dell’ex comunità religiosa “I Discepoli dell’Annunciazione”.

Sale così a dodici il numero totale degli indagati, sacerdoti, frati e religiosi, fra i quali il fondatore della comunità, il 73enne don Giglio Gilioli. Le accuse contestate a vario titolo sono violenza sessuale su minori e violenza sessuale di gruppo. Da quanto si apprende, i tre nuovi indagati sono i religiosi ricercati dagli investigatori dopo che era stato letto il diario di uno dei due fratelli che sarebbero stati abusati.

La comunità di ispirazione mariana, a cui i genitori affidavano i loro figli perché ricevessero un’educazione adeguata, è stata soppressa ufficialmente circa due mesi fa, con decreto emesso dalla Congregazione per gli Istituti di vita consacrata della Santa Sede, per una serie di problemi fra i quali “forti perplessità sullo stile di governo del fondatore e sulla sua idoneità nel ricoprire tale ruolo”, ma anche “limiti nel reclutamento e nella formazione dei membri” e “deficienze nell’esercizio dell’autorità”.

https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2020/02/11/prato-religiosi-indagati-per-abusi-minori_v7xhnxUtubNLFz0Biyu0IK.html?refresh_ce

Annunci