Abusi su un minore: la Cassazione annulla la condanna del prete

Le motivazioni ancora non si conoscono. L’esito è però sicuramente una sorpresa, visto come si erano chiusi il processo di primo grado e quello di appello. Verdetto romano. La Cassazione ha infatti annullato l’ultima sentenza a carico di don Angelo Blanchetti, sacerdote bresciano della Vallecamonica, condannato a cinque anni per violenza sessuale a carico di un ragazzino di 14 anni.

Si tratta dell’ultimo capitolo di una vicenda che ha profondamente segnato la comunità di Corna di Darfo dove all’epoca dell’inchiesta, relativa al periodo inverno 2015 – estate 2016, don Blanchetti era parroco. Immediatamente sospeso dalla Diocesi, dopo l’arresto, oggi il religioso è ancora ai domiciliari. Non ha mai parlato pubblicamente del caso così come il suo legale, l’avvocato Paolo Botticini che, convinto della innocenza del suo assistito, ha scelto di intraprendere solo il percorso giudiziario dentro le aule del tribunale. Fino all’ultimo ricorso in Cassazione che è stato accolto, ma ancora non si sa in che termini.

Da capire infatti se gli atti dovranno tornare per un nuovo giudizio davanti alla Corte d’appello di Brescia, sul tavolo di una sezione diversa da quella che aveva giudicato il sacerdote, o se addirittura il nastro della vicenda dovrà essere riavvolto fino alle indagini, dando vita in questo caso, ad un nuovo processo.

https://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/abusi-su-un-minore-la-cassazione-annulla-la-condanna-del-prete-1.3440311