Vaticano, segnalazioni di abusi come uno tsunami. «Anche da Paesi mai coinvolti»

Città del Vaticano – Alla Congregazione per la Dottrina della Fede, dove è stato allestito l’apposito tribunale per valutare i casi di abusi, è stato registrato un record di mille casi segnalati quest’anno da tutto il mondo, persino da paesi dove in precedenza non erano pervenute mai notizie di violenze. I monsignori che sono stati chiamati ad analizzare i casi hanno affermato alla agenzia Ap di essere letteralmente sopraffatti, nessuno si aspettava una valanga simile.

Il numero dei casi in arrivo nel 2019 è aumentato del quadruplo rispetto a un decennio fa. «So che la clonazione e’ contro l’insegnamento cattolico, ma se potessi davvero clonare i miei funzionari e farli lavorare tre turni al giorno o lavorare sette giorni alla settimana, potrebbero fare il necessario passo avanti», ha detto monsignor John Kennedy, capo ufficio della Sezione disciplinare nella Congregazione, che elabora i casi.

«Al momento stiamo assistendo effettivamente a uno ‘tsunami’ di casi, in particolare da paesi di cui non abbiamo mai sentito parlare prima», ha affermato monsignor Kennedy, riferendosi alle accuse di abuso verificatesi per la maggior parte anni o decenni fa. Argentina, Messico, Cile, Italia e Polonia si sono uniti agli Stati Uniti tra i paesi con il maggior numero di casi in arrivo. La Congregazione per la Dottrina della Fede conta solo 17 funzionari.

https://www.ilmessaggero.it/vaticano/papa_francesco_abusi_vaticano_bambini_pedofilia_italia_casi_segnalazioni-4938950.html