Caso Provolo: la procura chiede 45 anni di carcere per Corradi e Corbacho

Stamattina il procuratore Alejandro Iturbide ha completato la sua accusa di chiusura interrotta ieri dalla scomparsa di Corradi. Ha anche chiesto 22 anni e 6 mesi per l’ex giardiniere dell’istituzione Armando Gómez.

Questa mattina, il procuratore capo dell’Unità fiscale per i crimini contro l’integrità sessuale, Alejandro Iturbide , ha concluso il suo appello conclusivo nel processo per abusi sessuali avvenuti per anni presso l’ Istituto Antonio Próvolo di Luján de Cuyo .

Iturbide ha richiesto la pena di 45 anni di prigione per i sacerdoti Nicola Corradi (83) e Horacio Corbacho (59) , e 22 anni e 6 mesi per l’ex giardiniere dell’istituzione Armando Gómez .

Questo lunedì l’accusa è stata interrotta a causa del fatto che il sacerdote Corradi ha subito malore e ha dovuto essere trasferito all’Ospedale Centrale per effettuare una serie di controlli.

Corradi è agli arresti domiciliari a causa della sua età avanzata e dei suoi problemi di salute. Come è stato detto, il sacerdote ha sofferto di una lipotimia e la sua foto non era seria , poiché oggi era presente in tribunale per ascoltare il resto dell’accusa.

In seguito alla denuncia della procura , sarà la volta della denuncia, che è divisa in due parti: una rappresentata da Sergio Salinas, Lucas Lecour e Juan Dantiacq ; e un altro rappresentato da Oscar Barrera e Leandro Lanci . Infine, sarà il turno della difesa, rappresentato da Alicia Arlotta , a nome dei tre accusati.

Tra i tre imputati della causa principale ci sono 28 accuse per abusi sessuali e corruzione di minori: 16 Corbacho, 6 Corradi e altri 6 Gómez.

Le accuse peggiori e la maggior parte dei fatti riguardano il sacerdote Corbacho , poiché il prete aggiunge 16 accuse contro di lui, tra cui 8 per abusi sessuali aggravati con accesso carnale (stupri). Le accuse di semplice abuso sessuale (toccante) e corruzione di minori per costringere gli studenti a vedere materiale pornografico ricadono anche sugli accusati.

Dopo aver ascoltato le accuse finali, la Corte penale collegiale n. 2, composta dai giudici Carlos Díaz, Aníbal Crivelli e Mauricio Juan, impiegherà alcuni giorni per deliberare e pubblicizzare la sentenza contro l’imputato. Questo tempo di deliberazione non può superare i 15 giorni lavorativi .

https://www.mdzol.com/sociedad/caso-provolo-la-fiscalia-pidio-45-anos-de-prision-para-corradi-y-corbacho-20191112-51979.html

Annunci