Pedofilia. I vescovi australiani su conferma condanna e carcere per il cardinale Pell : “la legge è uguale per tutti “

“I vescovi cattolici australiani ritengono che tutti gli australiani debbano essere uguali ai sensi della legge e accettano di conseguenza il giudizio odierno”. Lo ha affermato mons. Mark Coleridge, presidente dei vescovi australiani commentando in una dichiarazione la decisione emessa oggi dalla Corte d’appello dello Stato di Victoria, con una sentenza a maggioranza di 2-1, di respingere il ricorso presentato dal cardinale George Pell.

Nella Dichiarazione, il presidente dei vescovi conferma la decisione del team legale del cardinale Pell di presentare un nuovo ricorso all’Alta corte, l’organo di giudizio finale dell’Australia. “I vescovi – scrive mons. Coleridge – si rendono conto che questo è stato e rimane un momento molto difficile per i sopravvissuti all’abuso sessuale dei minori e per coloro che li sostengono. Riconosciamo il dolore che coloro che sono stati abusati dal clero, hanno sperimentato nel lungo processo giudiziario e di appello del cardinale Pell. Riconosciamo anche che questa sentenza sarà angosciante per molte persone. Rimaniamo impegnati a fare tutto il possibile per portare guarigione a coloro che hanno sofferto molto e per garantire che le strutture cattoliche siano i luoghi più sicuri possibili per tutte le persone, ma soprattutto per i bambini e gli adulti vulnerabili”.

Pedofilia. I vescovi australiani su conferma condanna e carcere per il cardinale Pell : “la legge è uguale per tutti “

Advertisements