Inchiesta nata dalle rivelazioni di Don Poggi

Inchiesta nata dalle rivelazioni di Don Poggi, ex parroco di San Filippo Neri sulla Cassia Molestie sessuali in Vaticano:due indagati Un alto prelato iscritto nel registro degli indagati. Al centro dell’indagine un possibile giro di prostituzione ROMA – Una denuncia presentata nei mesi scorsi da don Patrizio Poggi, sacerdote di Roma Nord che ha scontato cinque anni per abusi sessuali su adolescenti. Insomma non un peccatore qualunque ma un uomo dal curriculum segnato. Da qui è partita l’inchiesta che potrebbe essere rischiosa per il Vaticano ma anche scivolosa, per la possibilità di mescolare verità e delazione, chiacchiera e fatti. Indagine nella quale è già coinvolto un alto prelato, iscritto nel registro degli indagati per molestie sessuali nei confronti di un minorenne. Il cuore dell’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Maria Monteleone sono appunto quelle rivelazioni di Don Poggi, parroco della chiesa di San Filippo Neri (Roma nord), denunciato a fine anni Novanta per abusi su un gruppo di minori, già finito in carcere, ora in libertà e forse con qualche rancore (la Chiesa in questo caso non si è dimostrata disponibile a concedergli una riabilitazione e l’ex parroco è rimasto senza parrocchia nè lavoro). Le sue dichiarazioni hanno ottenuto almeno un riscontro importante. Almeno un pedinamento dei carabinieri su uno dei ragazzi indicati da don Poggi ha dato esiti positivi conducendo gli investigatori al cliente. Il prelato per l’appunto. Dal caso specifico l’inchiesta potrebbe estendersi ad altro, portando ad esempio i carabinieri a identificare possibili giri di prostituzione. Così come è già accaduto ai magistrati di Savona. Ilaria Sacchettoni25 giugno 2013 | 9:59] inchiesta nata dalle rivelazioni di Don Poggi, ex parroco di San Filippo Neri sulla Cassia
Molestie sessuali in Vaticano:due indagati
Un alto prelato iscritto nel registro degli indagati. Al centro dell’indagine un possibile giro di prostituzione

ROMA – Una denuncia presentata nei mesi scorsi da don Patrizio Poggi, sacerdote di Roma Nord che ha scontato cinque anni per abusi sessuali su adolescenti. Insomma non un peccatore qualunque ma un uomo dal curriculum segnato. Da qui è partita l’inchiesta che potrebbe essere rischiosa per il Vaticano ma anche scivolosa, per la possibilità di mescolare verità e delazione, chiacchiera e fatti. Indagine nella quale è già coinvolto un alto prelato, iscritto nel registro degli indagati per molestie sessuali nei confronti di un minorenne.

Il cuore dell’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Maria Monteleone sono appunto quelle rivelazioni di Don Poggi, parroco della chiesa di San Filippo Neri (Roma nord), denunciato a fine anni Novanta per abusi su un gruppo di minori, già finito in carcere, ora in libertà e forse con qualche rancore (la Chiesa in questo caso non si è dimostrata disponibile a concedergli una riabilitazione e l’ex parroco è rimasto senza parrocchia nè lavoro). Le sue dichiarazioni hanno ottenuto almeno un riscontro importante. Almeno un pedinamento dei carabinieri su uno dei ragazzi indicati da don Poggi ha dato esiti positivi conducendo gli investigatori al cliente. Il prelato per l’appunto. Dal caso specifico l’inchiesta potrebbe estendersi ad altro, portando ad esempio i carabinieri a identificare possibili giri di prostituzione. Così come è già accaduto ai magistrati di Savona.

Ilaria Sacchettoni 25 giugno 2013 | 9:59

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_giugno_25/vaticano-molestie-sessuali-2221831698905.shtml

Advertisements