Celebra funerale di un prete condannato per pedofilia: denunciata parrocchia di Legnano

LEGNANO – Parrocchia celebra il funerale di un sacerdote condannato per pedofilia e viene denunciata. Motivo: aver violato il decreto regionale emesso in seguito all’allarme Coronavirus che vieta qualunque tipo di assembramento, anche di carattere religioso. Succede a Legnano, dove venerdì 28 febbraio la parrocchia di San Magno ha officiato il rito funebre per dare l’ultimo saluto a don Ruggero Conti, il prete legnanese condannato in via definitiva a 14 anni e due mesi di reclusione per aver abusato di almeno otto minori durante la sua permanenza a Roma e morto la scorsa settimana. Ora l’associazione “Rete L’Abuso”, che supporta le vittime di abusi compiuti da religiosi, ha denunciato alla Procura di Milano la parrocchia legnanese. Ne dà notizia il quotidiano “Il Giorno”.

«Violato decreto antivirus della Regione»

Il funerale di don Ruggero si è svolto nel santuario della Madonna delle Grazie, con grande partecipazione di folla. Il sacerdote era molto conosciuto a Legnano, fin da quando era animatore dell’oratorio di San Magno negli anni Settanta. Secondo quanto riporta il quotidiano in edicola oggi, martedì 3 marzo, l’associazione che raccoglie i “sopravvissuti agli abusi sessuali del clero” si chiede «come sia stato possibile, data la grande pubblicizzazione che ha portato all’affluenza di centinaia di persone fuori dalla chiesa legnanese, che le istituzioni preposte, in primis il commissario prefettizio di Legnano e la stessa prefettura, non fossero al corrente dell’evento e soprattutto perché non siano intervenute repentinamente, nemmeno dopo il suo svolgimento, omettendo tutti i più basilari controlli in tutela della popolazione». L’associazione dunque non contesta il fatto che siano state celebrate le esequie di un sacerdote condannato per pedofilia (condanna peraltro mai scontata), ma che la cerimonia si sia svolta in violazione delle disposizioni emanate da Regione Lombardia per limitare la diffusione del virus COVID-19.

Pubblicato video con i «possibili infettati»

Sul suo sito, l’associazione pubblica anche un video girato all’esterno del santuario, dove sono visibili numerose persone, con il titolo “Ecco i possibili infettati da Coronavirus a Legnano al funerale del prete pedofilo don Ruggero Conti”. Il filmato termina con l’osservazione che «al momento non si ha notizia di alcun provvedimento preso a tutela dei cittadini».

Celebra funerale di un prete condannato per pedofilia: denunciata parrocchia di Legnano

Annunci