Autore: Francesco Zanardi

Il punto della Rete L'ABUSO

Caso Genova – Perché i Governo deve mettere subito mano al concordato con la chiesa per garantire la tutela dei minori?

Da anni non solo la Rete L’ABUSO, ma anche illustri esperti in materia come Federico Tulli nonché lo stesso Comitato per i diritti dell’infanzia delle Nazioni Unite, sollecitano il Governo a mettere mano ai patti lateranensi che in Italia hanno un effetto devastante per quello che concerne non solo la […]

Il punto della Rete L'ABUSO

Accesso agli atti per le vittime di preti pedofili, il Vaticano non risponde

Tra le tante santissime menzogne del Vaticano, anche quella dell’accesso agli atti per le vittime dei preti pedofili. Una notizia clamorosa, ma che come per i tribunali per processare i vescovi insabbiatori; la Commissione minori “trasparente” nella quale inserì due vittime Marie Collins e Peter Saunders, così inefficiente ed inutile […]

Il punto della Rete L'ABUSO

In replica all’articolo de “IL SUSSIDIARIO” del 20/07/2020 ”Preti in Italia tutti pedofili? Falso”/ Di Giacomo “i dati smontano fango su Chiesa”

In riferimento all’articolo in oggetto pubblicato il 20 luglio scorso dal titolo ”Preti in Italia tutti pedofili? Falso”/ Di Giacomo “i dati smontano fango su Chiesa” a firma di Niccolò Magnani nel quale si riportano le dichiarazione del sacerdote e giornalista don Filippo Di Giacomo, premesso che sarei ben felice […]

Il punto della Rete L'ABUSO

Le Marche regalano un fiume di soldi alla chiesa, 800.000€ solo di fondi diretti alle parrocchie

Sembra un vero e proprio Marche- ttone a parrocchie e scuole paritarie, almeno stando a quanto risulta dalla PIATTAFORMA 210 della Regione Marche che lancia un bando al quanto curioso. La nostra indignazione non è rivolta solamente al fiume di denaro, ma alla preoccupazione che quel fiume di denaro destinato […]

Il punto della Rete L'ABUSO

Preti pedofili, la pandemia italiana che Governo e stampa tacciono

Grazie soprattutto alla censura giornalistica, che scrive poco e che da decenni non approfondisce più con inchieste giornalistiche, negando così la consapevolezza ai cittadini a discapito di migliaia di bambini vittime, in Italia, a differenza degli altri paesi dove grazie alla consapevolezza, la popolazione ha preteso una presa di posizione […]