«Provolo, anni di violenze e abusi» Ma don Piccoli: mai toccato nessuno

«Quegli anni al Provolo mi hanno devastato l’esistenza. I preti ci picchiavano e abusavano noi, c’era un clima di paura e terrore, non potevi parlare altrimenti anche le suore ci menavano. Noi sordomuti eravamo in trappola». A Piazza Pulita su La 7 le vittime tornano ad accusare i sacerdoti di averli molestati nella sede dell’istituto a Verona. Davanti al telecamere si fa intervistare Anna, che racconta di quando «quel prete mi alzò la gonna e mi toccò durante la confessione, poi quando io ho cercato di protestare lui mi ha risposto “Voi sordi siete animali, voi non avete l’anima». Subito dopo un altro ex studente ricorda che «le violenze iniziarono quando avevo solo sei anni, i preti mi mettevano le mani nel c… e guai se parlavo perché mi picchiavano». Ma il momento­clou del servizio dedicato al caso Provolo di Verona è stato certamente quando l’inviato ha raggiunto don Eligio Piccoli all’ospedale di Negrar dove si trova attualmente ricoverato: «Sì, lo so, accusano anche me degli abusi ma non è vero niente. Forse qualche altro prete avrà dato un bacio ma io non c’entro niente. Avevo il compito di fare da infermiere. Abusi? Macché, tutte falsità. Se toccavo i ragazzi era per visitarli quando stavano male. Gli altri sacerdoti? Forse i sordomuti avranno capito male, hanno interpretato una cosa per un’altra. Ma molestie no, escludo che al Provolo ci siano state. E io comunque non ho niente a che fare con quella storia».

Corriere di Verona · 4 Feb 2017 · La. Ted.