Search Results for "Crimen Sollicitationis"

Cronaca

Crimen Sollicitationis. L’avv. Shea sbugiarda l’Avvenire

 Il Cardinale di Boston B. Law dichiarava: “Non sapevamo [che la pedofilia] fosse un crimine, pensavamo si trattasse solo di un peccato”. Daniel SHEA, l’avvocato texano, che aveva citato in tribunale il card. Ratzinger, commenta l’articolo di Massimo Introvigne: “PRETI PEDOFILI, LE FALSITÀ DEL VIDEO BBC” (Avvenire 30 maggio 2007) (I commenti di Daniel […]

Advertisements
Il punto della Rete L'ABUSO

Statue indegne? Non siamo ipocriti parliamo anche di quella del Santo protettore dei preti pedofili

In questi giorni non si parla d’altro che di statue e monumenti indegni, da quella Edward Colston in Inghilterra, di Cristoforo Colombo negli USA, a quella di Indro Montanelli imbrattata pochi giorni fa a Milano. Stranamente però, nessuno parla di quella di Karol Wojtyla, Santo protettore di sacerdoti pedofili che grazie a lui […]

Il punto della Rete L'ABUSO

Motu proprio; Troppe PAROLE, nessuna OPERA utile alle vittime e un mare di OMISSIONI

Di Francesco Zanardi – Poche righe di premessa per poter comprendere, tenendo sempre presente come chiave di lettura, che le leggi emesse da qualunque paese, compreso lo Stato della Città del Vaticano, hanno validità solamente all’interno dello Stato e nelle rispettive extraterritorialità. La Crimen Sollicitationis, è un documento segreto (mai […]

Il punto della Rete L'ABUSO

Chiesa e pedofilia, attualmente l’Italia non ha speranza di risolvere il problema.

Nello speciale di LEFT del 30 agosto 2018 il giornalista Federico Tulli inizia affermando che “Tra i Paesi più sviluppati, l’Italia è l’unico in cui non c’è mai stata un’indagine governativa sulla pedofilia clericale. Eppure, a livello numerico è molto più diffusa che altrove. Un’inerzia che, oltre ai rischi per […]

Il punto della Rete L'ABUSO

C’è un’altra chiave di lettura sulle dimissioni di massa dei vescovi cileni ?

Di Francesco Zanardi Il caso cileno, iniziato con il coinvolgimento del vescovo Barros, accusato di aver coperto il prete pedofilo Fernando Karadima, caso che poi si è ulteriormente evoluto con le dimissioni di massa dei vescovi, all’apparenza clamorose, sulle quali però al momento papa Francesco non si è ancora pronunciato. […]