Incontro ECA all’Ambasciata Argentina presso la Santa Sede.

Ieri mattina alle 11, due rappresentanti di ECA Global, hanno incontrato il Corpo Diplomatico Argentino, per consegnare una lettera di intenti, in supporto delle vittime.

Durante l’incontro durato poco più di mezzora, Simone Padovani ha illustrato la lettera di intenti consegnata poi ai Diplomatici.

Francesco Zanardi, anche lui come Padovani tra i fondatori di ECA global e Presidente della Rete L’ABUSO, che ha seguito e partecipato attivamente nella vicenda italo-argentina, che vede coinvolti alcuni sacerdoti veronesi, tra cui don Nicola Corradi, ha voluto congratularsi per il lavoro che l’Autorità Giudiziaria argentina ha portato avanti in questi anni.

Zanardi, ha anche voluto ricordare, in quella sede, quali sono i ruoli della Santa Sede e quali i limiti legislativi del Vaticano che, nel rispetto della sovranità degli Stati, non possono andare oltre la propria territorialità e che, fuori di lì, il compito resta dei rispettivi Stati.

È importante che lo Stato argentino continui con forza sulla linea intrapresa, con l’obbiettivo di abbattere tutti gli ostacoli ancora in essere che permettono alla chiesa il segreto sulle indagini e il conseguente insabbiamento dei casi; che permettono ai vescovi, di non denunciare alla giustizia ordinaria questi reati.

Concludendo, Zanardi ha auspicato che presto anche il Governo italiano metta mano seriamente al fenomeno, ed intervenga introducendo le raccomandazioni avanzate lo scorso febbraio, dal Comitato ONU per i diritti del fanciullo.

Annunci