Mons. Sigalini: “I vescovi non devono denunciare i preti pedofili”

Domenico Leccese

“Ci sono le leggi divine, gli faccio fare la penitenza”

Monsignor Sigalini: “I vescovi non devono denunciare i sacerdoti pedofili” di Michele M. Ippolito 15 marzo 2019

“Da vescovo non devo e non ho alcun dovere di denunciare il sacerdote pedofilo, è compito di chi ha la genitorialità del minore”

Lo dice in questa intervista che ci ha rilasciato Monsignor Domenico Sigalini, vescovo emerito di Palestrina.

Eccellenza, in Vaticano si è tenuto un summit sugli abusi sessuali di uomini di Chiesa nei confronti dei minori. Che idea ha ricavato?

”Lo giudico molto importante e senza dubbio positivo, il Papa ha fatto bene. Di queste cose e di certi crimini come la pedofilia, è necessario parlare ed è persino utile che vengano fuori inchieste giornalistiche, quelle serie. Servono alla causa, ben vengano. Però bisogna essere sempre corretti e non mettere in piazza solo le miserie di qualche uomo di
Chiesa. Sembra, ed è sbagliato, che la sola realtà interessata da questo fenomeno sia la Chiesa cattolica e non è così”

Il Papa ha scelto di emanare un Motu Proprio…

”Benissimo, fa bene. Ma su quello che riguarda la denuncia da parte del vescovo, ho la mia idea, nutro riserve”.

Cioè?

”A mio avviso, un vescovo non deve e non ha alcun dovere di denunciare alle autorità civili il sacerdote pedofilo. Esiste già la legge di Dio ed esistono i procedimenti canonici ai quali fare riferimento. Chi deve provvedere alla denuncia, è chi ha la potestà genitoriale del minore, spetta al padre e alla madre. Semmai io li aiuto di buon grado in questa operazione, li assisto e facilito il compito. Da vescovo ho il dovere di aiutare il prete a cambiare la sua condotta. Come pastore devo aiutarlo a correggere il suo modo di comportarsi”

Vale a dire?

”Esiste una legge italiana sugli atti di violenza o pedofilia ai danni dei minore e va rispettata. Come le dicevo, legittimato alla denuncia è chi ha la responsabilità del minore, non il vescovo. Io sono disponibile ad aiutare e sostenere i genitori”

Che cosa deve fare il vescovo nei riguardi del prete predatore se i genitori non denunciano?

“Una volta avute notizie certe io li informo. Ma se loro non si attivano, non è compito mio farlo. Senza dubbio metto quel sacerdote in penitenza e in cura, in modo che non possa più nuocere.”

Intanto è uscito il libro Sodoma…

”È una inchiesta pilotata per colpire la Chiesa in modo evidente. È giusto aiutare a correggere, ma senza mettere in piazza le miserie. In quanto a quel libro, le ripeto, non è attendibile, perchè accanto al male vi è dentro la Chiesa tanto bene. Ma non se ne parla. Inoltre, da quanto ho appreso, l’ estensore del libro avrebbe alloggiato in Vaticano e persino in luoghi sensibili. Come ha fatto? “

Mons. Sigalini: “I vescovi non devono denunciare i preti pedofili”

Advertisements