Le cifre pubblicate oggi sulla portata degli abusi sessuali da parte di sacerdoti in Germania

Le cifre pubblicate oggi sulla portata degli abusi sessuali da parte di sacerdoti in Germania. Dichiarazione di Matthias Katsch, speaker e presidente del ECKIGER TISCH e ECA Socio Fondatore.

12 Settembre 2018. E ‘bene che finalmente abbiamo dati disponibili che dimostrano quello che già sospettavamo: Come le sue chiese sorelle negli Stati Uniti, Australia, Irlanda e molti altri paesi del mondo, in cui la Chiesa cattolica è rappresentata, la Chiesa in la Germania è impigliata in un sistema di abusi e insabbiamenti, ed è stato in grado di ingannare il pubblico su di esso per decenni.

Lo studio ci mostra solo una parte della realtà: i file sono stati distrutti, molti casi non erano adeguatamente documentati, e c’era confusione nella conservazione dei file Soprattutto, le comunità religiose non sono state affatto esaminate! Le vittime del Canisius-Kolleg, Kloster Ettal, il Regensburger Domspatzen e tutti gli altri collegi, scuole e case non sono stati considerati in questo studio.

Una palese omissione è che non ci sono dichiarazioni da parte delle vittime, anche se ci sono stati migliaia di casi di abuso sessuale segnalati nella Chiesa cattolica tedesca . Inoltre, non c’erano testimonianze di testimoni e nessuna possibilità di cercare direttamente negli archivi per i collegamenti trasversali, modelli di criminalità o confidenti. Inoltre, non ci vengono detti i nomi dei perpetratori e non vengono identificati vescovi responsabili che hanno coperto e perfezionato il sistema di violenza sessuale e occultamento per decenni.

Tuttavia, ciò che viene mostrato qui in figure sobrie è scioccante quando si immagina la sofferenza che è stata causata a così tanti bambini e giovani, alle loro famiglie e parenti..

L’entità spaventosa della violenza sessuale perpetrata da sacerdoti contro i bambini e gli adolescenti rende chiaro ciò che abbiamo urgente bisogno: una completa indagine  indipendente. A tal fine, la Chiesa deve fornire un accesso diretto ai propri file e archivi. Le indagini di commissioni in Pennsylvania e in Australia, possono servire come modelli per chiarire questi crimini con procedimenti pubblici e cosa si intende per crimine.

Per otto anni, la Chiesa ha promesso di prendersi cura del trattamento di questi casi. Politica e società guardano questi sforzi in gran parte in modo apatico. Ora è chiaro: un’organizzazione di perpetratori e insabbiamenti non può occuparsi di se stessa.

Mi appello ai politici e alla società affinché lavorino per la creazione di una base legale per una commissione d’inchiesta indipendente e dotata di professionalità.

Infine, è tempo per la politica per ricordare alla Chiesa della raccomandazione della Tavola Rotonda a cercare un accordo con le sue vittime su un risarcimento adeguato per questo sistema di abusi e insabbiamenti. Il riconoscimento del pagamento unilateralmente attuato dai vescovi non può sostituirlo. È arbitrario e poco trasparente nella procedura e ridicolo nelle somme concesse, che in media non ammontano nemmeno a 3000 euro.

Alla luce delle scuse in questione, che sentiremo presto, queste non sono attendibili a condizione che i vescovi non accettino un trattamento completo della questione e quindi il pagamento di un adeguato risarcimento per il fallimento della loro istituzione.

Media Contact
Matthias Katsch, spokesperson for ECKIGER TISCH (Squared Table), Member of the German Council of Survivors, ECA Global Founding Member .
matthias.katsch@ecaglobal.org,contactus@ecaglobal.org
Tel: +49 (0) 1781674838

CHI SIAMO 
Ending Clergy Abuse (ECA) è un’organizzazione giustizia globale di spicco di sopravvissuti agli abusi del clero, leader e attivisti dei diritti umani provenienti da oltre 18 paesi e 4 continenti. ECA costringe la Chiesa cattolica romana per porre fine abusi del clero, in particolare abusi sessuali, al fine di proteggere i bambini e per chiedere giustizia per le vittime. https://ecaglobal.org– @ENDCLERGYABUSE – contactus@ecaglobal.org

Figures published today on the extent of sexual abuse by priests in Germany

Advertisements