Abusi, i vertici dei vescovi Usa incontreranno il Papa giovedì 13 settembre

Udienza in Vaticano dopo gli scandali con il presidente della Conferenza episcopale DiNardo, il vicepresidente Gómez, il segretario Bransfield. Presente il cardinale O’Malley 

IACOPO SCARAMUZZI
CITTÀ DEL VATICANO

Sulla scia dello scandalo abusi che sta scuotendo in queste settimane la Chiesa statunitense, Papa Francesco riceverà il prossimo giovedì 13 settembre, a mezzogiorno, i vertici della Conferenza episcopale degli Stati Uniti. Lo conferma il portavoce vaticano Greg Burke con una nota diffusa in serata, in cui spiega che nel Palazzo Apostolico saranno ricevuti dal Papa il cardinale Daniel DiNardo, arcivescovo di Galveston-Houston, presidente della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti d’America, insieme al cardinale Seán Patrick O’Malley, arcivescovo di Boston, presidente della Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori. Saranno presenti anche monsignor José Horacio Gómez, arcivescovo di Los Angeles, vicepresidente della medesima Conferenza episcopale, e il segretario generale monsignor Brian Bransfield.

Nei giorni scorsi la stampa statunitense aveva riportato che il cardinale DiNardo aveva chiesto tempo fa udienza al Papa. La Chiesa degli Stati Uniti è stata confrontata nelle scorse settimane dapprima con il rapporto del Gran Giurì della procura della Pennsylvania, che ha indagato sugli abusi compiuti in sei delle otto diocesi dello Stato negli ultimi settant’anni, poi con l’apertura delle indagini da parte della Procura nelle otto diocesi dello Stato di New York, e infine con lo scandalo del cardinale Theodore McCarrick, arcivescovo emerito di Washington oggi 88enne, trovato colpevole di abusi sessuali a danno di un minore e di diversi seminaristi maggiorenni compiuti nei decenni passati, al centro del “comunicato” dell’ex nunzio negli Usa Carlo Maria Viganò.

Da oggi fino a mercoledì prossimo il Papa è riunito nella periodica riunione con i nove cardinali che lo coadiuvano nella riforma della Curia romana e nel governo della Chiesa cattolica mondiale. Del cosiddetto C9 fa parte un altro cardinale statunitense, l’arcivescovo di Boston Sean O’Malley, presidente della Pontificia Commissione per la Tutela dei minori che ha svolto la sua plenaria a Roma da venerdì scorso a ieri. La riunione, che si è aperta con le testimonianze di una donna dell’America Latina che da bambina è stata abusata da un sacerdote e della madre di due vittime adulte provenienti dagli Stati Uniti.

«Le domande che sono emerse negli ultimi mesi», è la conclusione della plenaria riportata in un comunicato diramato domenica sera, «non solo pongono l’attenzione sulla serietà della questione degli abusi, rappresentano anche l’opportunità per porre l’attenzione di tutti sugli strumenti di prevenzione al fine di rendere il futuro diverso dal nostro passato. Il nostro punto di partenza non è indagare i casi particolari ma prevenire per il futuro».

http://www.lastampa.it/2018/09/10/vaticaninsider/abusi-i-vertici-dei-vescovi-usa-incontreranno-il-papa-nei-prossimi-giorni-4NgFvf3AjeCRhJxmVPyqSP/pagina.html

Advertisements