Il vescovo di Chicago, che non ha denunciato denunce di abusi sui minori, vive in proprietà dell’Arcidiocesi

Di Marlena Baldacci e Dakin Andone , CNN

(CNN)Un vescovo che ha ammesso di non aver mai riferito di sospetti di abusi sessuali su minori da parte di preti vive attualmente in una dimora storica di proprietà dell’Arcidiocesi di Chicago.

In una deposizione del 2007, il vescovo ausiliare Raymond Goedert ha detto agli avvocati di non aver mai allertato le forze dell’ordine per le accuse di abuso sessuale da parte del clero cattolico prima di fornire agli avvocati i nomi di 25 membri del clero che sapeva essere stati accusati di tale comportamento.
Oggi Goedert, 90 anni, vive presso l’Arcivescovado , uno storico edificio a tre piani di “mattoni rossi lisci” con 19 camini, tre dei quali sono in uso, secondo il sito web dell’Arcidiocesi , che la definisce “forse l’edificio più grande e meglio conservato del suo genere nell’area di Chicago. “
Paula Waters, portavoce dell’Arcidiocesi di Chicago, ha detto che Goedert, che è in pensione, rimane “in regola perché non ha mai avuto un’accusa contro di lui”.
“Si è ritirato come sacerdote in regola, ha vissuto a casa in regola”, ha detto Waters. “Non sta offrendo assistenza a nessuno ora, e ha seguito le procedure in quel momento per quello che dovevano fare riguardo ai preti che si trovano ad affrontare accuse di abusi sessuali su minori”.
Waters ha detto che Goedert “vive in un posto che non è sontuoso”.
Venerdì mattina, Goedert ha dichiarato alla CNN che era “difficile” parlare delle notizie sulla sua presunta cattiva gestione dei sacerdoti accusati e non voleva discutere di eventi accaduti 30 anni fa. Goedert riferì la CNN all’arcidiocesi di Chicago per tutti gli altri commenti.
Mentre lo stesso Goedert non è stato accusato di aver commesso un illecito, un avvocato che lo ha deposto e che ha rappresentato presunte vittime di abusi sacerdotali ha detto alla CNN che le azioni del vescovo – non riferire le accuse di abuso – indicano una questione più ampia di come la Chiesa cattolica gestisce le accuse di abusi sessuali su minori.
Il problema è stato messo in evidenza dal recente rilascio di un gran giurì della Pennsylvania che riportava dettagliatamente decenni di abusi sessuali da parte di sacerdoti.
“Era proprio quello di Chicago che seguiva il libro dei giochi”, ha detto l’avvocato Marc Pearlman, che ha rappresentato centinaia di vittime di abusi sessuali nell’area di Chicago.
Il Chicago Sun-Times ha riportato per la prima volta che Goedert viveva nella residenza.

Goedert conosceva 25 sacerdoti con accuse contro di loro

La deposizione, che è disponibile online attraverso BishopAccountability.org, faceva parte dei negoziati per l’insediamento tra l’arcidiocesi e gli avvocati che rappresentano le vittime di abusi sessuali su minori, secondo Pearlman, che era coinvolto nel caso.
Diversi funzionari di alto rango della chiesa sono stati anche deposti in negoziati prima dell’accordo, che è stato annunciato nell’agosto 2008, secondo BishopAccountability.org, un’organizzazione che aggrega documenti disponibili pubblicamente riguardanti accuse di abusi sui minori all’interno della Chiesa cattolica.
Nella deposizione, un avvocato chiede a Goedert, “Vescovo, quante volte, se mai, hai denunciato personalmente sospetti di abuso sessuale di minori da parte del clero alle autorità di polizia?”
“Quante volte ho personalmente denunciato alle autorità civili?” lui chiede.
“Sì.”
“Nessuno”, dice Goedert, aggiungendo che non ha mai “delegato” nessun altro a denunciare presunti abusi.
“La nostra pratica abituale è stata quando è arrivata una denuncia, vorrei consultarmi con i nostri consulenti legali”, ha detto Goedert. “E se c’era bisogno che la questione venisse segnalata, avrebbero fatto in modo che fosse segnalata.”
Più tardi nella deposizione, Goedert ha mostrato un elenco di dozzine di chierici che sono stati rimossi dal ministero o si sono dimessi perché le accuse di cattiva condotta sessuale con i bambini erano state “documentate”, dice il documento.
Pearlman chiede a Goedert di passare attraverso la lista e di mettere una “X” accanto a ciascun nome di un prete che sapeva aveva affrontato delle accuse mentre era vicario per i sacerdoti, se fosse stato personalmente messo a conoscenza di loro o scoperto mentre esaminava i documenti.
In totale, secondo la deposizione, Goedert ha inserito una “X” di 25 nomi diversi.

“Non si tratta del Vescovo Goedert”

Il Procuratore Generale dell’Illinois, Lisa Madigan, ha recentemente annunciato l’intenzione di incontrare l’Arcidiocesi di Chicago dopo che almeno sette sacerdoti con legami con il suo stato sono stati identificati nel rapporto della giuria della Pennsylvania.
Pearlman, uno degli avvocati che depose Goedert, disse alla CNN che la sua prima impressione di Goedert era che fosse un “vecchio buono”.
“Dico questo non in difesa di lui, ma questo è ciò che rende questo (scandalo) così inquietante e allarmante”, ha detto Pearlman alla CNN venerdì.
“Non si tratta del vescovo Goedert, ce ne sono centinaia se non migliaia, proprio come lui in ogni arcidiocesi”, ha proseguito Pearlman. “Era proprio quello di Chicago che seguiva il libro dei giochi: non importa se è Chicago, Joliet, Los Angeles, Boston, tutti hanno un padre Goedert che ha fatto la stessa cosa”.
Piuttosto che essere disciplinati, ha detto Pearlman, questi preti sono stati spostati e le accuse contro di loro non sono state segnalate alla polizia, “a spese di non posso immaginare quanti bambini”, che sarebbero stati risparmiati altrimenti.
“Come atroce come i crimini di abusi sessuali”, ha detto, “la copertura è peggio”.
https://edition.cnn.com/2018/09/08/us/chicago-catholic-bishop-never-reported-abuse/index.html?no-st=1536503969
(traduzione con google translate)
Advertisements