Usa, abusi su minori: università annullano lauree ad ex cardinale

Due università hanno annullato le lauree ad honorem assegnate all’ex cardinale di Washington Theodore McCarrick, accusato di abusi su minori. Adesso si chiede di fare luce sul cardinale Kevin J. Farrell

Negli Stati Uniti due università cattoliche hanno annullato le lauree ad honorem assegnate all’ottantottenne arcivescovo emerito di Washington Theodore McCarrick, accusato di abusi su minori, che per tale motivo è stato indotto da papa Francesco a rinunciare alla dignità cardinalizia, cessando di far parte del Collegio Cardinalizio ed avendo l’obbligo del domicilio coatto fino alla conclusione del suo processo canonico.

Sia la Catholic University of America che la Fordham University, dopo avere espresso la loro solidarietà e il loro dolore ai sopravvissuti di tali abusi, hanno annunciato il ritiro delle laurea honoris causa che diversi anni fa avevano concesso all’allora cardinale. È la prima volta nella storia di queste università cattoliche che un alto prelato riceva una revoca di tale livello.

Con un messaggio pubblicato sul sito web dell’università, don Joseph McShane presidente della Fordham University, ha scritto che l’azione di revoca della laurea honoris causa e di altri onori che l’Università gli ha conferito, è stata intrapresa per “riconoscere il danno straordinario e duraturo fatto ai bambini che sono stati abusati sessualmente dai membri del clero. Anche se non possiamo mai riparare completamente i peccati del passato, dobbiamo rispettare l’esperienza degli abusati sopravvissuti e accordare loro tutto l’amore e la compassione di cui siamo capaci”.

Nella sua dichiarazione la Catholic University, dopo avere “riconosciuto la tragedia dell’abuso sessuale per mano del clero e il dolore profondo e duraturo e la sofferenza dei sopravvissuti”, ha informato che il Comitato Esecutivo del Board of Trustees della Catholic University of America, “ha votato all’unanimità il ritiro della laurea honoris causa a McCarrick”, che era stata concessa nel 2006, ed ha incoraggiato i superstiti degli abusi a contattare l’Arcidiocesi di Washington e il suo Ufficio per la protezione dell’infanzia e della gioventù, che offrono risorse e supporto confidenziale a chiunque abbia subito abusi e che chieda aiuto.

Da quando le accuse contro l’arcivescovo McCarrick sono diventate un caso internazionale, il McCarrick Family Center, precedentemente gestito dalla Catholic Charities dell’arcidiocesi di Washington, è stato ribattezzato Catholic Charities Center.

Adesso si chiede alle autorità del Vaticano di fare luce sull’intera vicenda che ha riguardato McCarrick. Il noto vaticanista, e critico su certe scelte di Papa Francesco, Sandro Magister ha invitato ad investigare anche sugli ecclesiastici “a lui più legati, anch’essi beneficiari di carriere al limite del miracoloso. Uno di questi, in particolare, fa sorgere seri interrogativi. È Kevin J. Farrell, 71 anni, nel 2016 fatto cardinale da papa Francesco e prefetto del nuovo dicastero per i laici, la famiglia e la vita”.

Magister rileva anche che nel C9, il consiglio dei 9 cardinali chiamati dal Papa a coadiuvarlo, ci sono già tre porporati “azzoppati” da “motivi di abusi sessuali”.

Si tratta del cardinale australiano George Pell, sotto processo in Australia, del cileno Francisco Javier Errázuriz Ossa, “accusato d’aver difeso fino all’estremo, contro ogni evidenza, il sacerdote abusatore seriale Antonio Karadima e il vescovo suo discepolo Juan de la Cruz Barros Madrid, sulla cui innocenza anche papa Francesco in persona ha speso tutta la sua autorità fino all’inizio di quest’anno, salvo poi riconoscerne la colpevolezza e rimuoverlo” e dell’honduregno Óscar Andrés Rodríguez Maradiaga, il cui vescovo ausiliare Juan José Pineda è stato costretto alle dimissioni dalla Santa Sede lo scorso 20 luglio, a causa “di abusi sessuali continuati accertati da una visita apostolica”.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/usa-abusi-su-minori-universit-annullano-lauree-ad-ex-1561709.html

Advertisements