VALLE ROVETO: SACERDOTE ACCUSATO DI MOLESTIE A MINORI, FU SOSPESO E POI PROSCIOLTO DALLA CURIA

AVEZZANO – Molestie sessuali nei confronti di ragazze minorenni da parte di un sacerdote. E’ un macigno l’accusa rivolta ad un prete sudamericano che ha esercitao per anni a San Vincenzo Valle Roveto (L’Aquila). Una storia venuta fuori in circostanze misteriose, dato che non sono ancora state rese note le dinamiche che hanno portato a far scattare l’inchiesta per un fatto che, se confermato, risalirebbe al 2000.

L’incidente probatorio si è tenuto pochi giorni fa al Tribunale di Avezzano, davanti al gip Carla Mastelli e al pm Lara Saccacini. Una ragazza, oggi maggiorenne, ha denunciato di essere stata molestata dal sacerdote quando era ancora minorenne.

L’indagato si è difeso respingendo ogni addebito parlando di “calunnie” e ha sporto denuncia contro gli accusatori, tra cui un altro sacerdote, considerato l’artefice delle diffamazioni.

Una vicenda dai contorni ancora poco chiari. L’ipotesi è che una delle ragazze, confidandosi con l’altro sacerdote, sia stata convinta a rivolgersi agli inquirenti. Alla sua si sarebbero aggiunte le testimonianze di altre ragazze che hanno raccontato di aver subito molestie durante gli incontri con il sacerdote. Il prete non esercita più da anni nei centri dove si sarebbero verificati gli episodi.

Del caso si era occupata anche la Curia Vescovile, svolgendo accurate indagini e sospendendo il sacerdote. Una volta svolte accurate indagini e chiarita la sua posizione era tornato alla sua attività.

http://www.abruzzoweb.it/contenuti/valle-roveto-sacerdote-accusato-di-molestie-a-minori-fu-sospeso-e-poi-prosciolto-dalla-curia/659245-4/

Advertisements