Cile. Il nunzio apostolico replica ad accusa circostanziata sull’occultamento di una denuncia

Il nunzio apostolico in Cile, mons. Ivo Scapolo, dopo le accuse del padre Sergio Díaz Cubillos, di Villa Prat, secondo il quale il diplomatico vaticano avrebbe nascosto e sottovalutata una denuncia di abusi, dichiara testualmente:

“1. Il Nunzio Ivo Scapolo non ha mai preso conoscenza di una denuncia come quella riferita dal sacerdote Sergio Díaz Cubillos.

2. Mons. Scapolo non ha concordato nessuna riunione presso la Nunziatura Apostolica con il sacerdote. Perciò non è possibile affermare che il Nunzio si sia negato ad incontrare il sacerdote e i giovani di cui si parla.

3. Vista la gravità delle accuse del sacerdote il Nunzio è disponbile a chiedere che si costituisca una Commissione per indagare i fatti referiti”.

Anche il vescovo di Linares, mons.Tomislav Koljatic, ha negato categoricamente le affermazioni del sacerdote Díaz che lo coinvolgevano in azioni di occultamento di abusi sessuali.

Advertisements