Irlanda, una trasmissione tv costringe il Papa ad accettare le dimissioni del vescovo insabbiatore

Città del Vaticano – Papa Francesco ha accettato le dimissioni del vescovo di Dromore (Irlanda), monsignor John McAreavey. Lo rende noto un Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede. Ancora una volta le dimissioni sono arrivate dopo che una trasmissione televisiva aveva evidenziato che in passato il vescovo dimissionario aveva occultato il caso di un prete pedofilo seriale.

Il vescovo McAreavey si era dimesso il 2 marzo scorso, dopo che una trasmissione della BBC dal titolo «Spotlight» aveva ricostruito il caso di padre Malachy Finnegan, un frate che nel periodo in cui si trovava al St. Colman’s College di Newry aveva abusato di dodici vittime. Le accuse al sacerdote erano ben note alle autorita’ della Chiesa in Irlanda fin dalla meta’ degli anni ’90. Anche McAreavey sapeva degli abusi ma nonostante questo aveva celebrato i funerali di Finnegan nel 2002. Il vescovo ha ammesso l’evidenza: «Ho compreso dalle vittime che ho fatto uno sbaglio nel celebrare i funerali di padre Malachy.

Nel novembre del 2002 una vittima mi ha raccontato quanto questa mia decisione gli avesse fatto del male. Ho compreso di aver fatto un errore di giudizio. E’ qualcosa di cui mi pento e che non ripetero’ mai piu’», disse il vescovo McAreavey. Dopo la trasmissione televisiva, McAreavey ha scritto: «A seguito delle notizie riportate dai media che hanno scosso molte persone della diocesi e non solo ho deciso di dimettermi». La Chiesa cattolica in Nord Irlanda in questi anni ha compiuto un processo di avvicinamento e sostegno delle vittime degli abusi. Nell’HIA report, Historical Institutional abuse inquiry, si e’ fatta luce sui casi di abuso che ci sono stati nelle scuole, negli istituti professionali e negli orfanotrofi, non solo di strutture cattoliche

https://www.ilgazzettino.it/esteri/pedofilia_vaticano_irlanda_papa_mcareavey_vittime_preti_papa_francesco-3630734.html

Advertisements