E’ morto don Carlo Chiarenza, un prete tanto discusso nel bene e nel male

Ne ha appena dato notizia un blog cittadino, ma sono in molti che ad Acireale ne stanno già parlando.

E’ morto oggi, nella sua casa di Aci San Filippo, don Carlo Chiarenza, il sacerdote condannato dal Vaticano per pedofilia. Parroco per oltre un ventennio della Parrocchia San Paolo di Acireale, poi trasferito alla Basilica di San Sebastiano dove è stato per un breve tempo reggente, don Carlo Chiarenza venne travolto alcuni anni fa dallo scandalo delle rivelazioni del dottor Teo Pulvirenti per episodi di pedofilia accaduti proprio quando don Chiarenza era Parroco a San Paolo e Pulvirenti era minorenne, documentati da una conversazione privata fra i due anni dopo e registrata dal giovane acese, assistito dalla associazione La Buona Caramella.

Professatosi sempre innocente, don Chiarenza è stato condannato anche in secondo grado dalla Congregazione per la  Dottrina della Fede due anni fa e rimosso da ogni incarico ministeriale, ma della vicenda, che ha avuto fin dall’inizio una ampia risonanza mediatica anche a livello internazionale, si è occupata pure la Magistratura, ma l’atto d’accusa venne poi archiviato per prescrizione del reato. Adesso la notizia della morte.

Acireale si è sempre divisa fra innocentisti e colpevolisti, fra chi ha difeso l’operato di don Chiarenza per ciò cha ha fatto quando era Parroco di San Paolo e chi invece l’ha condannato proprio per questa vicenda di Teo Pulvirenti, il giovane ricercatore che vive adesso negli Stati Uniti.

E’ morto don Carlo Chiarenza, un prete tanto discusso nel bene e nel male

Advertisements