BOY SCOUT: “IL PRETE CI FACEVA NUOTARE NUDI ED ABUSAVA DI NOI”

Abusi sessuali continuati consumati sia nei locali della chiesa che nei campi scout

uattro casi di abusi sessuali su minori sono emersi la scorsa settimana dai file della Corte Superiore di Guam. Denunce sporte da quattro ragazzini Boy Scout (oggi adulti). Le accuse riguardano l’Arcidiocesi di Agana, i Boy Scouts of America ed il prete don Louis Brouillard.

L’avvocato Michael Berman, che rappresenta i quattro ragazzi, dichiara che i giovani sostengono di aver subito abusi sessuali da parte di don Louis Brouillard mentre in varie occasioni. L’identità dei quattro ragazzini non è stata resa nota per ovvi motivi di privacy. L’arcidiocesi affronta ora oltre 150 cause di abusi sessuali che coinvolgono presunti abusi su minori avvenuti nel corso di una decina d’anni, con richieste di risarcimento per danni superiori a 500 milioni di dollari.

I resoconti degli abusi in queste quattro denunce hanno connotati simili per tipologia, il modus agendi di don Louis Brouillard era il medesimo, approfittava dei ragazzini in campi scout riuscendo a convincerli a farsi toccare e fotografare nudi in cambio di promozioni e regali.

I racconti delle vittime

M.W.M. afferma di aver subito abusi  durante le regolari uscite in piscina e in campeggio nel corso di un anno. Don Louis Brouillard feceva nuotare i boy scout e ordinariamente ordinava ai ragazzi di togliersi i vestiti e nuotare nudi, afferma la vittima. La denuncia sostiene inoltre che don Louis Brouillard abbia scattato delle foto ai ragazzini mentre erano nudi e nuotavano. M.W.M. sostiene di essere stato accarezzato e sostiene che il prete li ha allettati con promesse di meriti e regali.

G.C. ha detto che era interessato ad unirsi ai Boy Scouts all’età di 13 anni, e spesso si è unito ai ragazzi nelle uscite di nuoto sul fiume Lonfit. I ragazzi nuotavano in mutande, ma don Louis Brouillard disse loro di nuotare nudi e si offrì di ricompensarli con hamburger al McDonald’s se avessero accettato.  G.C. rifiutò di nuotare nudo, tuttavia vide il prete sulla riva del fiume nudoed intento ad accarezzare gli altri #bambini. G.C. è andato una seconda volta in gita ma, “dopo aver osservato il comportamento sessualmente offensivo di don Louis Brouillard una seconda volta,” ha deciso di non unirsi ai Boy Scout”.

M.M. ha detto di essere stato abusato sessualmente da don Louis Brouillard sia nei locali della chiesa  che durante le uscite coi boy scout.  Ricorda di aver visto don Louis Brouillard nella canonica dove si sarebbero riunitialtri ragazzi. Il prete avrebbe incoraggiato i ragazzini a leggere riviste per adulti e ad avere rapporti sessuali. Durante le uscite scout, i ragazzini venivano incitati a nuotare nudi mentre don Louis Brouillard  gli scattava delle foto. Presumibilmente, Brouillard disse ai ragazzi che dovevano fare queste cose per ottenere i loro distintivi di merito e per cenare con lui.

Un anno di abusi

A.E.P. afferma di essere stato vittima di abusi sessuali settimanalmente, durante le uscite di Boy Scout con don Louis Brouillard, per circa un anno.
Anche lui afferma di essere stato incitato a nuotare nudo ed essere fotograafato dal prete.

I quattro querelanti sostengono di aver seguito le istruzioni di don Louis Brouillard perché era un prete, una posizione che consideravano molto più di un maestro scout.

Don Louis Brouillard è stato interrogato a Pine City, nel Minnesota,  ha ammesso di avere abusato sessualmente  di 50 ragazzini che servivano come chierichetti nelle parrocchie e come boy scout.

L’avvocato Berman sostiene che l’arcidiocesi e i boy scout siano stati negligenti perché erano a conoscenza degli abusi sessuali e non hanno fatto nulla per impedirlo o impedirlo.

Ci sono stati cinque casi di abusi sessuali da parte del clero dei bambini presentati quest’anno e un totale di 156 casi depositati negli ultimi due anni.

https://www.bambinidisatana.com/boy-scout-prete-ci-faceva-nuotare-nudi-ed-abusava/

Advertisements