Chiesa cattolica: 250 casi di abusi sessuali segnalati in sette anni

La Conferenza dei vescovi svizzeri: «Il 10% dei casi si è verificato negli ultimi otto anni»

BERNA – Circa 250 abusi sessuali da parte del clero sono stati segnalati alla Chiesa cattolica svizzera dal 2010. Le accuse vanno dal contatto non richiesto fino allo stupro. I casi si sono verificati tra il 1950 e oggi, come rivelano Le Matin Dimanche e SonntagsZeitung. Sono coinvolti più di 140 fra bambini e giovani e 88 adulti.

«Il 10% dei casi si è verificato negli ultimi otto anni, le vittime sono tutte persone adulte», ha dichiarato la Conferenza dei vescovi svizzeri.

Le aggressioni più gravi sono perseguite d’ufficio, dopo che le autorità religiose informano la giustizia, come è d’obbligo dal 2014. Alcune di queste indagini, però, sono svolte solo da persone della Chiesa, per il bene delle vittime che non vogliono sporgere denuncia.

A questo proposito, i magistrati sono scettici e mettono in guardia dal rischio che tali indagini non siano condotte correttamente. Il procuratore di San Gallo, Elmar Tremp, ha affermato attraverso le colonne del domenicale tedesco che «i casi gravi devono essere affrontati seriamente», spiegando che il personale ecclesiastico non può agire attraverso atti coercitivi come le perquisizioni o i sequestri, a volte necessari per prevenire ulteriori abusi.

http://www.tio.ch/svizzera/attualita/1233511/chiesa-cattolica–250-casi-di-abusi-sessuali-segnalati-in-sette-anni

Advertisements