Adescava ragazzini in parrocchia e chiedeva foto “bollenti”, condannato novizio 47enne

PALERMO – Il pm Chiara Capoluongo ha chiesto la condanna a 5 anni e 8 mesi di reclusione per Giusto Francesco Palazzotto, il novizio 47enne dell’Ordine dei Cusmaniani accusato di avere adescato dei ragazzini conosciuti in parrocchia e avere tentato abusi sessuali nei loro confronti.

Come riporta La Repubblica, il novizio era stato arrestato nel settembre 2016 dalla polizia postale, che gli notificò l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari del gip del tribunale di Palermo. Sul computer dell’indagato, infatti, sarebbero state ritrovate decine di immagini di ragazzini nudi. Dei testimoni, inoltre, raccontarono agli investigatori delle strane attenzioni di Palazzotto per alcuni ragazzini avvicinati in parrocchia. Altri, invece,  sarebbero stati contattati su Facebook dove Palazzotto manifestava chiaramente sia il suo status ecclesiale – che, anzi, era lo spunto per attaccare bottone – sia le sue pulsioni sessuali. Secondo il racconto delle sue presunte vittime, avrebbe anche chiesto ai ragazzini di mandargli foto delle loro parti intime.

Palazzotto comunque ha sempre respinto fermamente l’accusa di aver abusato di loro. Il processo a suo carico si svolge con il rito in abbreviato. Al novizio sono contestati i reati di adescamento, di violenza sessuale tentata e consumata su minorenni e di detenzione di materiale pedopornografico.

http://www.newsicilia.it/cronaca/adescava-ragazzini-in-parrocchia-chiedeva-foto-bollenti-condannato-novizio-47enne/243347

Advertisements