Il premier canadese Trudeau al Papa: “Viene in Canada a chiedere scusa ai nativi”

Hai visto a fare tanto quello di sinistra, il Papa “terra-terra” che si definisce “un sacerdote” ed elimina in pochi anni qualsiasi aspetto di sacralità che per secoli aveva circondato la figura del pontefice? Succede poi che un politichino quasi imberbe come il premier canadese Justin Trudeau, che guida un Paese che nella geopolitica globale conta come il due a briscola, abbia la sfrontatezza (che su guarderebbe bene dall’avere, ad esempio, con Donald Trump) di dirti che devi venire a casa sua a chiedere scusa. A te, che sei il Papa di miliardi di persone e guidi una istituzione che conta milioni di persone.

E’ quanto sarebbe successo qualche ora fa in Vaticano dove, nel corso della udienza privata ottenuta da Papa Francesco dopo il G7 di Taormina, Trudeau ha chiesto al Pontefice di recarsi al più presto in Canada. La visita sarebbe in risposta al Rapporto 2015 del Governo Canadese sui popoli nativi, che contiene oltre 90 raccomandazioni per il Governo, una delle quali invoca che il Papa venga in Canada per chiedere scusa, soprattutto per le scuole residenziali che hanno contribuito in modo determinante all’estinzione delle culture e lingue locali.

http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/12398844/premier-canadese-justin-trudeau-papa-francesco-vieni-chiedere-scusa-nativi.html