Pedofilia, nuove accuse di abusi compiuti dall’arcivescovo australiano George Pell

Nuove accuse di abusi sessuali a minori contro il cardinale George Pell, già arcivescovo di Melbourne e poi di Sydney e ora prefetto degli Affari economici del Vaticano, emergono in un nuovo libro della giornalista dell’emittente australiana Abc, Luoise Milligan. “The Cardinal: The Rise And Fall of George Pell”, in uscita lunedì, contiene accuse dettagliate secondo cui Pell avrebbe abusato di due coristi nella cattedrale di St. Patrick a Melbourne verso la fine degli anni ’90. Il libro – riferisce sabato il Sydney Morning Herald – contiene anche nuove informazioni sull’insabbiamento da parte della Chiesa di abusi a minori, e asserisce che il prelato era a conoscenza delle attività di preti pedofili sotto la sua giurisdizione prima di quanto abbia ammesso. L’autrice aveva rivelato accuse di abusi risalenti alla seconda metà degli anni Settanta in un programma di attualità della Abc lo scorso luglio, che le ha poi valso il premio “Penna d’oro” dal Melbourne Press Club.

Nel programma, la Milligan aveva intervistato due uomini, Lyndon Monument e Damian Dignan, che affermavano di essere stati aggrediti sessualmente da Pell, allora sacerdote, nella piscina pubblica di Ballarat. La polizia dello stato di Victoria ha confermato di aver presentato un documento probatorio contro il cardinale Pell alla Procura. Lo scorso ottobre tre funzionari della polizia del Victoria si sono recati a Roma per interrogare Pell, che ha partecipato volontariamente. Le indagini intanto continuano.

Nel programma Tv del 2016 la Milligan aveva riferito che Pell era stato accusato di abusi da due coristi, ma il libro contiene maggiori dettagli finora non resi pubblici. I ragazzi, che cantavano nel coro della Cattedrale di St. Patrick a Melbourne, hanno denunciato di aver subito gli abusi in una stanza interna della chiesa. Poco dopo lasciarono il coro e la scuola cattolica che frequentavano. Nel libro vengono inoltre riportate le testimonianze di una presunta vittima, che ora ha più di 30 anni, e della famiglia di un’altra presunta vittima, morta per overdose nel 2014. Pell è ora accusato di abusi a minori in tre fasi della sua carriera: come seminarista, come sacerdote e come vescovo di Melbourne. Ha sempre negato ogni accusa e a suo carico non vi sono tuttora imputazioni di reato.

https://www.speed24news.com/2017/05/13/pedofilia-nuove-accuse-di-abusi-compiuti-dallarcivescovo-australiano-george-pell/

Advertisements