La Chiesa vetero-cattolica nella bufera, sospeso un prete per presunti abusi

Il caso risale agli anni ’70 ma l’allora adolescente, ha deciso di parlare solo oggi

La chiesa vetero-cattolica nei Paesi Bassi ha sospeso un altro prete coinvolto in uno scandalo di abusi sui minori; questa volta si tratta di un religioso, che negli anni ’70 avrebbe abusato di un adolescente.

All’inizio di questo mese la chiesa aveva sospeso un pastore arrestato in Cambogia e accusato di possedere materiale pedopornografico. I funzionari ecclesiastici, pur consapevoli delle sue tendenze sessuali, gli avevano permesso di continuare come prete a condizione venisse monitorato da vicino.

Nel nuovo caso, un operatore sociale di Amsterdam di 58 anni ha raccontato al Volkskrant di aver subito abusi dal pastore mentre era sotto la sua protezione. Nonostante la denuncia contro l’uomo, il pastore non venne sospeso. Al contrario, gli venne vietato di entrare in contatto con bambini.

Il vescovo Dirk-Jan Schoon ha annunciato che la chiesa riconosce di non aver fatto abbastanza; Schoon ha anche esortato altre vittime a farsi avanti. Il termine Chiesa vetero-cattolica risale agli anni ’50 quando fu utilizzato da gruppi in disaccordo con la chiesa cattolica romana.

La Chiesa vetero-cattolica nella bufera, sospeso un prete per presunti abusi

Advertisements