Espulso dalla Chiesa per pedofilia, prete racconta: “Ma i superiori sapevano”

Il caso di un sacerdote francese giudicato e condannato, che ricorda la sua ordinazione, che risale al 1981: “Non ho mai nascosto le mie tendenze”

“Ero pedofilo, tutti lo sapevano. Eppure mi hanno ordinato prete”. Il racconto dell’uomo, condannato, è da brividi. Il sacerdote, ora espulso dalla Chiesa, ha raccontato ai microfoni di France 3 la sua vita, dicendo che i suoi superiori erano perfettamente a conoscenza delle sue “tendenze” ben prima dell’ordinazione, avvenuta nel 1981.

“I preti mi dissero di fare attenzione – racconta l’ex prete francese -, ma mai mi fecero notare che le mie vittime potessero soffrire per i miei impulsi”. Insomma, i limiti del sacerdote erano ben noti a tutti. Ma divenne cappellano per i giovani in università e licei. Ammette di aver abusato di diversi minori e parla di un’autorità, quella a cui doveva rispondere, “della cecità e dell’incoscienza”.

Furono le proteste delle vittime e dei loro familiari a far esplodere il caso del sacerdote, che fu infine trasferito in modo da evitare che avesse contatti con i bambini durante le sue funzioni. Fu a quel punto, ricorda, che i suoi abusi su bambini e ragazzi ebbero termine.

Nel 2006 fu giudicato per le sue azioni e condannato a 15 mesi di carcere. Ed è stato in quel frangente, dice, quando ha ripreso contatto che le sue vittime, che si è reso conto dei suoi errori, dei danni che si possono provocare in questo modo. Ed è così che ha voluto portare allo scoperto la sua vita, i suoi sbagli. E ha fatto questa pubblica, sconcertante confessione.

http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/espulso-dalla-chiesa-per-pedofilia-prete-racconta-ma-i-superiori-sapevano-_3056421-201702a.shtml