La Cassazione conferma la condanna per don Desio: ora l’ex prete andrà in carcere

Otto anni e otto mesi è la pena che dovrà scontare l’ex parroco di Casal Borsetti, condannato in via definitiva per atti sessuali su quattro minori e violenza sessuale su uno di loro

Per Don Desio si aprono le porte del carcere, dopo la conferma della condanna da parte della Corte di Cassazione, che ieri sera ha dato lettura della sentenza, dichiarando inammissibile il ricorso avanzato dall’ex prete – come si legge sul Corriere di Ravenna in edicola oggi. L’uomo era stato arrestato il 4 aprile del 2014 per violenza sessuale e atti sessuali su quattro ragazzini minorenni che frequentavano la sua parrocchia.

In primo grado era stato condannato a 10 anni e 8 mesi dal giudice del Tribunale di Ravenna nel 2015, dopo un processo svolto con rito abbreviato. Pena poi ridotta dalla Corte di Appello di Bologna ad 8 anni e 8 mesi nel novembre dello stesso anno, pena confermata dalla Cassazione.

Ora l’ex sacerdote 55enne, che fino a ieri si trovava detenuto agli arresti domiciliari in una struttura di Saronno, sarà trasferito in carcere.

Confermate anche le disposizioni relative ai risarcimenti: 200mila euro per il ragazzino oggetto dei fatti più gravi, 50mila agli altri due minori che si erano costituiti parte civile (non lo fece il quarto ragazzino coinvolto), 20mila euro ai genitori delle giovani vittime.

Le indagini su Don Desio partirono dall’episodio che lo vide finire ubriaco con il suo Suv nelle acque del canale Candiano, salvato in extremis da alcuni passanti. Per riabilitare la sua immagine compromessa, Desio utilizzò anche i profili social di alcuni ragazzini che frequentavano la sua parrocchia pubblicando messaggi di fuoco contro la stampa locale, ma il padre di uno di loro se ne accorse e da lì partì un’inchiesta per sostituzione di persona, che portò poi alla luce i fatti ben più gravi in cui era coinvolto l’allora prete.

http://www.ravennanotizie.it/articoli/2016/11/16/la-cassazione-conferma-la-condanna-per-don-desio-ora-lex-prete-andr-in-carcere.html