Trapani, dopo la condanna per sturpo, per don Vito Caradonna arriva anche quella per circonvenzione di incapace

Il religioso, sospeso a divinis, era riuscito ad ottenere un prestito da 70 mila euro da un suo parrocchiano poi restituito con degli assegni andati in protesto

Don Vito Caradonna, 41 anni, ex parroco della chiesa di San Leonardo di Marsala, già condannato con sentenza definitiva per tentata violenza sessuale su un uomo (e per questo sospeso “a divinis”), è stato condannato a un anno e 8 mesi di reclusione per circonvenzione d’incapace. A emettere la sentenza è stato il giudice monocratico di Marsala Matteo Giacalone. Per il religioso, il pm Ignazia Uttoveggio aveva chiesto due anni e mezzo di reclusione.

Oggetto del processo è un prestito di quasi 70 mila euro ottenuto da don Vito da un parrocchiano, M.D.G., ex militare della Marina, con problemi di salute mentale. Prestito che venne restituito solo a fine ottobre 2011, dopo alcuni assegni andati in protesto, con la vendita della casa che il prete aveva comprato poco tempo prima proprio con quel denaro.

http://www.lasicilia.it/news/trapani/39318/trapani-dopo-la-condanna-per-sturpo-per-don-vito-caradonna-arriva-anche-quella-per-circonvenzione-di-incapace.html