“Maometto era un ladro e uno stupratore”, bufera su un sacerdote

Un prete fiammingo di Kortemark, nelle Fiandre Occidentali, il 77enne padre Germain Dochy, da giorni è al centro delle polemiche per quanto affermato davanti a dei bambini. Mercoledì scorso, nel corso di una solenne preparazione alla comunione, ha fatto infatti delle affermazioni, che sono state bollate come “islamofobiche” da parte dei genitori di alcuni dei bambini: “Maometto era un ladro, un assassino e uno stupratore. Aveva 45 donne, la più giovane aveva 9 anni. E in realtà, l’Islam non è una religione”, sarebbero state le parole del sacerdote.

Padre Germain Dochy, intervistato dai media fiamminghi, di fatto non ha smentito quelle parole: “Ho detto ai bambini che Maometto non era un profeta. Per l’Islam, forse, ma non per noi. Dopo tutto, egli è stato un uomo che ha condotto una vita molto dissoluta e ha causato molte guerre”. La polemica in Belgio imperversa e la diocesi di Bruges è intervenuta, chiedendo al prete di scusarsi, mentre non sono escluse delle sanzioni nei suoi confronti.

Qualche anno fa, era stata l’onorevole Daniela Santanché, durante una trasmissione televisiva, ad affermare: “Maometto era poligamo! E l’ultima delle sue mogli aveva solo nove anni!”. La parlamentare si era scontrata con un imam, che l’aveva tacciata di “dire schifezze”, ma lei aveva proseguito: “In Arabia Saudita danno le bambine agli sceicchi… Chi sposa una bambina di 9 anni nella mia cultura è un pedofilo e Maometto è un pe-do-fi-lo!”.

GM

“Maometto era un ladro e uno stupratore”, bufera su un sacerdote

Advertisements