LE DONNE MOLESTATE DA BAMBINE RACCONTANO LE LORO STORIE #WhenIwas

Martedì 19 aprile sono state moltissime le donne che su Twitter hanno usato l’hashtag #WhenIwas per raccontare le loro esperienze di molestie sessuali risalenti a quando erano bambine o adolescenti.

Cominciando ogni tweet con la frase When I was… seguita da un numero, ovvero l’età che l’autrice del tweet aveva quando ha vissuto quell’esperienza, molte persone hanno voluto condividere col mondo un momento che le ha che segnate negativamente sul piano sessuale.

Era stato già dimostrato da un sondaggio del 2015 che circa l’84 per cento delle donne dichiara di essere stata infastidita per la strada da esclamazioni moleste di un uomo prima ancora di aver compiuto 17 anni.

Ora l’hashtag #WhenIwas ha dato un’altra prova del fatto che ancora oggi moltissime donne vengono viste come prede prima che abbiano la possibilità di poter scegliere ed essere consapevoli per quel che riguarda la loro vita sessuale.

Qui alcuni esempi drammatici dei tweet che sono stati condivisi ieri attraverso questo hashtag:

Quando avevo 8 anni un uomo senza mutande ha accostato con la macchina e mi ha chiesto se mi piacesse quello che vedevo, e intanto si masturbava.

La mia prima esperienza di molestia sessuale è avvenuta quando avevo appena 6 anni. Un uomo agitava il pene verso di me in pubblico.

Quando avevo 11 anni mio zio cercò di palpeggiarmi, mi afferrò le mani e mi spinse contro il muro, fermandosi soltanto quando tornò sua moglie col loro bambino di 3 anni.

Quando avevo 13 anni il mio professore di matematica mi disse che non avevo bisogno di imparare la geometria perché avevo già delle bellissime curve.

Quando avevo 9 anni, a un pranzo di famiglia un uomo di circa cinquant’anni mi disse di salutarlo con un bacio, e poi mi infilò la lingua in bocca.


Qunado avevo 14 anni, un insegnante sacerdote ci disse in classe che lo stupro non può essere possibile perché “una lettera non si può imbucare se la cassetta delle lettere non è aperta”.

#whenIwas in 14 a teaching priest told us in class that rape is impossible as “a letter can’t be posted if the letterbox isn’t open”.

Quando avevo 13 anni, i pantaloni attillati da yoga furono vietati nella mia scuola perché “avrebbero distratto troppo i nostri compagni e professori uomini”.

Quando andavo a scuola, alle ragazze non veniva permesso di indossare l’uniforme per l’educazione fisica a lezione, perché le gonne avrebbero “distratto gli insegnanti maschi”. 

Quando avevo 9 anni incominciarono a crescermi i seni. Una settimana dopo ragazzi e uomini cominciarono a fare commenti e a chiedermi di vederli. Io non sapevo nemmeno cos’erano. 

http://www.tpi.it/mondo/stati-uniti/donne-molestate-hashtag-twitter

Advertisements