Preti pedofili, una vittima a Roma: “Ora le cose stanno cambiando ma per merito nostro, non della Chiesa”

David Ridsdale, una delle vittime degli abusi dei preti pedofili australiani, tira le somme al termine delle audizioni in videoconferenza tra Roma e Sidney che hanno visto il Cardinale George Pell impegnato con la Commissione Reale che indaga sugli scandali. “Sono sopravvissuto agli abusi di mio zio (Gerard Ridsdale, uno dei più noti pedofili seriali del paese). Iniziò che avevo 11 anni ed andò avanti per 4 anni e mezzo – racconta l’uomo – Mio zio veniva spostato di parrocchia in parrocchia e adesso sappiamo che la Chiesa è sempre stata a conoscenza dei suoi comportamenti”. In merito al ruolo del Cardinale Pell, adesso superministro dell’Economia della Santa Sede, ma che durante gli anni degli abusi ha scalato le gerarchie della Chiesa in Australia ed ha avuto a che fare direttamente con i protagonisti delle vicende, Ridsdale afferma: “Durante le audizioni lui ha sempre sostenuto che a sbagliare erano stati solamente gli altri. Stando alla sua versione, sono moltissime le persone che lo hanno ingannato”.

(video di Fabio Butera e Francesco Giovannetti)

Advertisements