La chiesa belga fa luce sugli orchi pedofili in abito talare

In Belgio oltre mille persone tra 2012 e il 2015 hanno denunciato abusi sessuali commessi da preti. È solo uno dei dati eclatanti emersi dal rapporto presentato a Bruxelles da una Commissione inter-diocesana ad hoc sulle violenze consumate all’ombra di crocifissi, sacrestie e oratori. A danni di piccoli innocenti che all’epoca dei fatti erano per lo più minorenni (89%), parte dei quali under 10 (23%), maschi (71%), raggirati in maniera subdola da decine di sacerdoti pedofili. Anche se l’80% dei casi contestati ha avuto luogo più di 30 anni fa l’orrore subito lascia nelle vittime un segno indelebile che spesso le spinge nel buco nero dell’alcol, delle droghe e, nei casi estremi, anche al suicidio. Una scandalo europeo che ricorda da vicino quello americano raccontato da “Il caso Spotlight”. Film candidato all’Oscar, appena uscito nei cinema italiani, sulla storia del team di giornalisti del Boston Globe che nel 2002 ha rivelato fatti e misfatti della Chiesa d’Oltreoceano. Colpevole di avere nascosto per anni gravissimi atti di pedofilia da parte del clero.

http://www.west-info.eu/it/la-chiesa-belga-fa-luce-sugli-orchi-pedofili-in-abito-talare/

Advertisements