Sesso coi minori, ecco il “tariffario” della vergogna

Nell’inchiesta sui minorenni adescati in Internet portata avanti dalla Procura di Brescia e che ha visto finire nei guai “il re dell’hard nostrano”, Corrado Fumagalli, noto come conduttore della trasmissione “Sexy bar” e fondatore di un canale dedicato al mondo interista, che si trova in questo periodo in Brasile, emerge un vero e proprio tariffario delle prestazioni sessuali. Si va, secondo quanto afferma la Procura, dai cinque euro per una palpatina ai 100 euro per un rapporto completo tra le mura domestiche, passando per le 20-30 euro per rapporti fugaci in auto.

Intanto, il sacerdote coinvolto, don Diego Rota, nel corso dei primi interrogatori, ha fatto davanti al gip le prime ammissioni, sottolineando – secondo quanto afferma il suo legale, Roberto Bruni – di provare “una profonda angoscia per questa vicenda, soprattutto per le famiglie dei ragazzi”. Nell’inchiesta è finito anche Claudio Tonoli, 56 anni, sieropositivo da una ventina, che è accusato anche di aver infettato alcuni ragazzini volontariamente.

L’uomo, nel corso dell’interrogatorio, ha respinto le accuse di un ragazzino, sostenendo di non averlo mai incontrato. “Con quel minorenne che mi accusa ho avuto solo uno scambio di sms, un paio di messaggio via WhatsApp, nessun incontro. Tantomeno rapporti sessuali”, avrebbe affermato Tonoli, secondo quanto rivela il suo avvocato, Enzo Bosio, che spiega come “il mio cliente ha confermato solo di aver contattato quel ragazzo dopo aver visto il suo annuncio sul sito di incontri Badoo”, ma si trattava di messaggi “in cui peraltro non si fa alcun cenno al pagamento di una somma di denaro per una prestazione sessuale”.

Sesso coi minori, ecco il “tariffario” della vergogna

Advertisements