Abusi su minore: la posizione dei Salesiani

Un educatore e un sacerdote sarebbero coinvolti in una storia di pedofilia nei confronti di un 15enne, all’intero del Centro Giovanile di Arese. A seguito dei fatti, L’Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, appresa la pubblicazione di alcuni articoli inerenti all’indagine, ha diffuso il seguente comunicato:

“L’Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, nella persona del Superiore Provinciale, ha fin da subito operato nell’interesse esclusivo del minore e della sua famiglia, assicurando loro pronta assistenza, fattiva vicinanza e piena collaborazione.

In coerenza con il nostro impegno educativo, nel rispetto della legge civile e canonica, non appena sono emersi elementi di sospetto sulla commissione di un abuso nei confronti di un giovane frequentante il nostro Centro Giovanile di Arese, i Salesiani hanno agito in maniera tempestiva a tutela del giovane, assumendo con determinazione i doverosi e conseguenti provvedimenti a riguardo, così come previsto dal nostro Codice Etico, dalle Linee Guida CEI e dalle norme di diritto canonico.

L’Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana ha prontamente garantito alla Magistratura – nei confronti della quale ripone la massima fiducia – la più ampia e attiva collaborazione per l’accertamento di tutti i fatti portati alla sua attenzione.

Come Salesiani, ribadiamo la nostra vicinanza e solidarietà al giovane coinvolto in questa triste vicenda e alla sua famiglia, confidando che la Magistratura potrà quanto prima accertare la verità”.

Il Superiore Provinciale

http://www.legnanonews.com/news/65/54971/abusi_su_minore_la_posizione_dei_salesiani

Advertisements