Abusi sessuali : Condannato in primo grado, 5 anni e mesi tre, Incardona Gaetano ex arciprete della Basilica di Augusta.

di Francesca Lagatta

Per ora gli abitanti di Augusta dovranno arrendersi: Non era vittima ad inventarsi che il prete avesse abusato di lei, era proprio il prete invece che mentiva dichiarando di non averle mai messo un dito addosso. A stabilirlo sono stati i giudici di primo grado del Tribunale di Siracusa, che lo hanno condannato a 5 anni e 3 mesi per abusi sessuali.  

I fatti risalgono al 2013, quando Gaetano Incardona era ancora arciprete della basilica cittadina. La vittima, allora 21enne, si era recata in chiesa per una confessione, ma ne uscì in lacrime e con il sudiciume morale e fisico dell’uomo sulla pelle.

Dovette ritornare da lui quando i Carabinieri della locale stazione le dissero che senza prove non avrebbero potuto procedere, così quella volta si recò in sagrestia con una telecamera nascosta, per filmare tutte le schifezze.               I militari, coordinati dal sostituto procuratore Antonio Nicastro, ammanettarono il prete, restringendolo  agli arresti domiciliari.

Nei due anni trascorsi, gli augustani sono stati sempre schierati col prete molestatore, secondo la sentenza di primo grado, aggredendo verbalmente la vittima, con l’accusa di aver inventato gli episodi di abusi.

Nemmeno la denuncia del padre di un’altra vittima, un bambino di dieci anni, era servita, poche settimane più tardi, ad insinuare qualche dubbio nella schiera dei fans dello sporcaccione 71enne dal nero abito, come testimoniano i filmati, 

La giovane, però, non è mai stata abbandonata dall’associazione Rete L’ABUSO ONLUS di Francesco Zanardi, prima associazione nazionale contro la pedofilia clericale, che l’ha sostenuta prima di tutto psicologicamente, guidandola con forza e coraggio fino alla sentenza di ieri. Anche se Incardona e i suoi legali non staranno a guardare fino all’ultimo grado di giudizio. 

Abusi sessuali : Condannato in primo grado, 5 anni e mesi tre, Incardona Gaetano ex arciprete della Basilica di Augusta.

Advertisements