In ricordo di Luisa Bonello. Sabato 19 Settembre

Sabato 19 settembre  ore 16: “In ricordo di Luisa Bonello”

incontro con il Portavoce della Rete l’abuso

FRANCESCO ZANARDI

A cura della Rete l’Abuso

Alle ore 18 messa in suo ricordo presso la Parrocchia di S.Dalmazio a Lavagnola 

Era circa l’una della notte del 19 Settembre 2014 quando un colpo di pistola metteva fine alla vita di Luisa Bonello.

Un suicidio ‘strano’. Nel palazzo dove Luisa abitava, quel colpo, non lo ha sentito nessuno. Quella sera Luisa era stata parecchio al telefono; chi l’ha sentita dice che era serena e felice per il suo viaggio, aveva anche comprato dei regali per i bambini che curava in Romania.
Cosa sia successo quella notte resta un mistero, e tra i suoi conoscenti sono in pochi a credere che Luisa si sia suicidata. A un anno dalla sua morte, l’appartamento di via Genova ha ancora i sigilli, perché?

Ma al di là di questo, è bastato questo ‘strano’ suicidio per scoperchiare tanti fatti oscuri (soldi, coperture, minacce, ecc) in qualche modo collegati al mondo ecclesiastico savonese.

Luisa, una donna che è sempre stata vicino ai più poveri, agli indifesi, ai più deboli, ai bambini. Una donna che voleva una Chiesa caritatevole, e che denunciasse tutti i casi di pedofilia e malaffare. Lei stessa ha provato a denunciare alcuni casi direttamente in Vaticano a Roma, senza successo.

Una donna che forse per questo è stata lasciata sola.

Sabato alle ore 16 ricorderemo Luisa Bonello, alla Libreria UBIK di Savona dove pochi giorni prima aveva fatto il suo ultimo discorso pubblico. 
Alle ore 18 chi vorrà potrà assistere ad una messa in suo ricordo presso la Parrocchia di S. Dalmazio a Lavagnola.

Advertisements