Bufera su Pell, il cardinale che protegge i preti pedofili

Papa Francesco vuole fare pulizia nella Chiesa e vuole debellare una volta per tutte il problema legato alla pedofilia. Per questo ha nominato un consulente nella commissione pontificale per la protezione dei minori. Si chiama Peter Saunders e si sta concentrando sul caso legato al cardinale australiano George Pell. Saunders ha dichiarato durante la trasmissione televisiva australiana “60 Minutes”, che Pell “disprezza i bimbi vittime di abusi sessuali ad opera dei preti pedofili locali”. L’inviato del Papa ha proseguito con le sue dure parole: “Si sta prendendo gioco della commissione contro gli abusi, del Papa stesso, ma, soprattutto, di tutte le vittime e dei sopravvissuti”.

Secondo Saunders, anche lui in passato vittima di abusi da parte di preti pedofili, Pell dovrebbe “farsi da parte soprattutto perché ha fallito nel proteggere i bambini dagli abusi da parte di ecclesiastici nella chiesa australiana”.

George Pell, ex arcivescovo di Sydney e attuale prefetto della Segreteria per l’Economia della Santa Sede, ha emesso un comunicato definendo le accusa di Saunders “false”, “fuorvianti” e “oltraggiose”. Del resto Pell finora ha sempre negato tutte le accuse emerse in un’inchiesta australiana secondo la quale avrebbe aiutato alcuni preti sospettati di pedofilia, spostandoli da una parrocchia all’altra, coprendoli per proteggere l’arcidiocesi e il suo patrimonio. Pell avrebbe inoltre convinto le vittime a lasciar cadere le accuse e avrebbe “scoraggiato i potenziali querelanti dal citare in giudizio la Chiesa per abusi, mancando di agire equamente da un punto di vista cristiano”.

F.B.

Bufera su Pell, il cardinale che protegge i preti pedofili

Advertisements