Pedofilia: se sette anni e otto mesi vi sembran tanti. E Melgrati diceva…

A occhio sono due anni e otto mesi quelli passati dietro le sbarre da don Luciano Massaferro condannato in via definitiva a 7 anni e 8 mesi ne ha passati dietro le sbarre meno della metà.

Condannato per pedofilia, un sacerdote di Alassio, don Luciano Massaferro, ha lasciato il carcere e distribuisce pasti ai poveri.

A parte le fiaccolate dei fedeli, immaginando una rubrica “Memoria corta” desideriamo ricordare cosa ebbe a dichiarare l’allora sindaco di Alassio Marco Melgrati:

PARROCO ARRESTATO:SINDACO ALASSIO,COMUNE 
STA CON DON LUCIANO
   (ANSA) - ALASSIO (SAVONA), 18 GEN - Un 
messaggio di solidarieta' e vicinanza a 
don Luciano Massaferro, il parroco
arrestato per violenza sessuale nei 
confronti di una bimba di 11 anni, e' stato 
pubblicato su Facebook dal sindaco di Alassio
Marco Melgrati.
   ''Carissimi concittadini e fedeli della 
Parrocchia di don Luciano - scrive Melgrati 
sulla becheca 'Don Luciano libero' di Facebook -, 
avrei voluto essere presente con voi questa 
sera per pregare per la scarcerazione di don 
Luciano, che tutti noi stimiamo e apprezziamo 
per le sue doti umane, pastorali e soprattutto 
morali, ma purtroppo un precedente impegno mi
impedisce di essere qui ad unire la mia 
preghiera alla vostra''.
   ''Il grave errore che ha portato in 
carcere don Luciano - prosegue -, figlio 
di una cul tura del sospetto di una certa
parte della magistratura italiana, non 
supportato da prove, prima o poi sara' 
riconosciuto tale. Nell'attesa preghiamo
perche' don Luciano abbia la forza di 'portare 
questa Croce', mantenendosi saldo nelle sue 
convinzioni e nella certezza della sua innocenza. 
Don Luciano, l'amministrazione del Comune di
Alassio e la citta' e' tutta con te''.(ANSA)

Il c.d. don Lu deve scontare una condanna definitiva a 7 anni e 8 mesi per avere molestato sessualmente una chierichetta della parrocchia di San Giovanni ad Alassio. Come riportano i quotidiani Il Secolo XIX e La Stampa, il sacerdote ha lasciato il carcere della Spezia dopo che il Tribunale ha accolto la richiesta dei legali per l’affidamento in prova ai servizi sociali di Imperia. Ha trovato ospitalita’ alla Casa della Carita’. Massaferro deve rimanere in casa nelle ore notturne, di giorno assolve ai compiti previsti dalla mansione, cioe’ fare il giro di consegna dei pasti.

La piena liberta’, comunque, non dovrebbe tardare, visto che i giudici hanno accordato anche la liberazione anticipata, fissata per febbraio, con quasi due anni di anticipo rispetto alla scadenza originaria. Per il sacerdote e’ in arrivo pero’ il processo canonico dopo che in Vaticano sembra ormai consolidata la linea del rigore nei confronti di colpe inerenti la pedofilia. Potrebbe rischiare la riduzione allo stato laicale.

http://www.ninin.liguria.it/2015/05/28/leggi-notizia/argomenti/contromano/articolo/pedofilia-se-sette-anni-e-otto-mesi-vi-sembran-tanti.html

Advertisements