Baby-prostituti a Termini, indagini su un terzo prete. I pm: contatti con ragazzi

Il religioso è stato fermato in compagnia di un diciottenne in un hotel

di GIUSEPPE SCARPA

Sesso a pagamento, c’è un terzo prete che alla stazione Termini andava a caccia di giovani rom. Non ci sono solo Don Dino (Greco Placido) e Luca Galleschi finiti indagati rispettivamente per atti sessuali con minori, pedopornografia e tentativo di prostituzione minorile. La posizione del terzo sacerdote, si tratta di un sudamericano, è al momento al vaglio della procura. Il ministro di culto infatti è stato fermato, nei giorni scorsi, con un ragazzo rom appena 18enne mentre si dirigeva in un hotel per consumare un rapporto dietro compenso. Il punto, ed è questo che i magistrati di piazzale Clodio vogliono chiarire, è se l’uomo abbia abusato di minori, fatto questo che costituisce reato.

Il ragazzo col quale il sacerdote è stato pizzicato dalla polfer, era diventato maggiorenne da poco, ed è il fratello di un adolescente che si prostituisce alla stazione Termini. Inoltre i pm hanno scoperto che sul cellulare del prete c’erano alcune chiamate e sms inviati a dei minorenni rom che vendono il loro corpo tra i binari del principale scalo ferroviario della capitale. Tutti elementi che fanno immaginare il peggio, ma sui quali ancora non c’è una prova certa tale da spingere i pm ad iscriverlo nel registro degli indagati come è avvenuto invece per Galleschi e Greco.

Per quest’ultimo, meglio conosciuto come Don Dino, intanto proseguono le indagini. Oltre ai rapporti con almeno due rom minorenni, per il quale è finito a Regina Coeli, il religioso ha stravolto le sacre scritture scrivendo la Bibbia dei “pedofili”. Il sacerdote ha manipolato interi versi accompagnandoli con foto porno delle vittime delle sue perversioni. E più la procura indaga, più viene a galla un passato torbido del prete con frequentazioni di minori che potrebbero risalire sino a 10 anni fa. Gli inquirenti lo deducono anche da un archivio con 1700 foto, sempre di minori in pose oscene, scoperto a casa del prete. Scatti di adolescenti non solo rom ma anche ragazzi di colore e forse degli italiani. E la cosa fa supporre, a chi indaga, che Don Dino possa aver avuto rapporti anche con altri ragazzini oltre i due minori adolescenti alla stazione Termini.
http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/05/26/news/babyprostituti_a_termini_indagini_su_un_terzo_prete_i_pm_contatti_con_ragazzi-115266798/

Advertisements