Milazzo, condannato a 2 anni e mezzo il prete accusato di molestie sessuali

Si è concluso con una condanna a 2 anni e mezzo il processo penale di primo grado a carico di don Nunziato Abbriano, ex presidente della Fondazione Lucifero di Milazzo ed ex parroco di San Marco.

Il collegio penale del tribunale di Barcellona, presieduto dal giudice Maria Tindara Celi, accogliendo in parte la richiesta dei pubblici ministeri Fabio Sozio e Mirko Piloni, ha condannato il prete accusato di abusi sessuali che sarebbero stati compiuti, durante la preparazione alla Pasqua 2011, ai danni di una giovane parrocchiana di 17 anni.

Nel dispositivo della sentenza, è stata disposta la responsabilità dell’imputato nel primo tentativo di abuso, compiuto il 14 aprile 2011, quando, secondo l’accusa, palpeggiò la ragazza che frequentava la sua parrocchia all’interno del cortile della chiesa, mentre il prete è stato assolto per il secondo episodio, quello che si sarebbe verificato nella sacrestia, quando la vittima delle sue attenzione, riuscì a registrare la conversazione, procurandosi le prove di quanto stava denunciando.

Alla fine del processo, in cui da una parte la parte civile rappresentata dall’avvocato Elena Mora e dall’altra la difesa rappresentata dagli avvocati Giorgio Leotti e Tommaso Calderone, si sono date battaglia, senza esclusione di colpi, per sostenere le rispettive posizioni. Oltre alla condanna penale, don Nunziato Abbriano dovrà pagare una provvisionale di 5 mila euro alla vittima ed ai parenti costituitisi parte civile.

Si conclude quindi il primo processo di una vicenda che ha visto comunque protagonista la vittima delle molestie, che ha pagata a caro prezzo la denuncia, a causa del discredito che le è derivato da parte di coloro che hanno difeso il prete, dipingendola come una ragazza di dubbia moralità. La battaglia legale proseguire in secondo grado, davanti alla Corte d’Appello di Messina, dopo che saranno rese note le motivazione della sentenza.

Milazzo, condannato a 2 anni e mezzo il prete accusato di molestie sessuali

Advertisements