Il prete è condannato per abusi? E il vescovo gli fa fare il catechista​

Nuovo caso di pedofilia all’interno della Chiesa. Un prete, già condannato per molestie, a distanza di anni viene riassegnato a una nuova parrocchia per fare il catechista per i giovani del posto…

Nuovo caso di pedofilia all’interno della Chiesa denunciato dalle Iene, che hanno dedicato la loro puntata alla storia di un prete condannato per molestie che, a distanza di anni, è stato riassegnato in una nuova parrocchia al contatto diretto con i ragazzi. Nello specifico il sacerdote – condannato ad un anno e mezzo per molestie su minori – insegna catechismo a bambini e ragazzi della sua parrocchia.

La storia- secondo quanto riporta il Corriere Veneto – inizia nel 2005, quando don Paolo era parroco in un piccolo paesino umbro e venne accusato da quattro ragazze di molestie sessuali nei loro confronti.

L’inviato della trasmissione ne ha chiesto conto al vescovo Zenti, che ha solo riposto “Sta bene lì dov’è”. Il giorno dopo la trasmissione, però, la Curia fa sapere di aver fornito alle Iene una propria versione dei fatti, di cui non è stata fatta menzione del servizio. Per il portavoce del vescovo, monsignor Bruno Fasani “sono state prese tutte le dovute cautele del caso”. In parole pover eil prete è stato riammesso a fare il catechista dopo che dal Vaticano è arrivato il via libera visto che non c’erano rischi, confermati anche da medici e psicologi, di comportamenti “sconvenienti”.

http://www.affaritaliani.it/cronache/prete-condannato-abusi-vescovo-catechista070214.html

Advertisements