Pedofilia choc, il vescovo incontra i fedeli. Un caso seguito dalle Rete L’ABUSO

Antonella Salvatore PORTOCANNONE La denuncia della giovane di Portocannone, cioè di aver subito violenze per anni da parte del parroco del suo paese, ha lasciato affranta l’intera comunità. Ieri…

PORTOCANNONE La denuncia della giovane di Portocannone, cioè di aver subito violenze per anni da parte del parroco del suo paese, ha lasciato affranta l’intera comunità. Ieri pomeriggio il vescovo di Termoli-Larino, Gianfranco De Luca, chesi è recato in paese per seguire i fedeli in un momento così travagliato, è stato letteralmente “preso d’assalto” dai residenti. In tanti si sono recati dal presule chiedendo cosa sia accaduto effettivamente e perchè le ragazza avrebbe deciso di denunciare simili atti in diretta tv lasciando tutti basiti sia per la gravità di quanto subìto quando era minore sia per la decisione della stessa di partecipare alla trasmissione di Barbara D’Urso dove ha “vuotato il sacco”.

Un caso sconosciuto alla maggior parte dei paesani, tanto da restare allibiti dalla partecipazione della ragazza a “Pomeriggio 5” per parlare della terribile storia. Molti, tanti, gli interrogativi posti dalla comunità sul comportamento del parroco, allontanato a novembre 2012 dal paese su provvedimento dello stesso vescovo; decisione assunta immediatamente dopo aver ricevuto la confessione della ragazza, quando il sacerdote è stato trasferito altrove, in via cautelare, per poi essere sospeso “a divinis” impedendo così di continuare a celebrare messa. L’iniziativa del presule è stata motivata da un unico obiettivo: tutelare la salute della vittima e la sua privacy. De Luca, ieri, ha ascoltato tutti i fedeli e ha dato loro conforto. Nel contempo segue anche le vicende della diciottenne, vittima delle presunte violenze sessuali. La giovane vive con la madre nel piccolo centro e sarebbe stata vittima degli abusi del sacerdote quando frequentava la terza media. Le violenze sarebbero proseguite per tre anni circa, fino a quando la stessa si sarebbe recata dal presule in Vescovado a Termoli per confessare quanto accaduto. Una vicenda a dir poco inquietante, che non è ancora terminata. Tra breve, infatti, ci sarà il “verdetto” del Tribunale ecclesiastico nei confronti del parroco che si trova in una comunità in altra regione.

Antonella Salvatore

http://www.iltempo.it/molise/2014/01/19/pedofilia-choc-il-vescovo-incontra-i-fedeli-1.1210070

Advertisements