Molestie a giovane allievo prete risarcisce la vittima

Don Gabriele Corsani paga la provvisionale di 5mila euro disposta dal giudice ma la difesa impugna la condanna a tre anni. Il legale: «Verdetto da ribaltare»

PAVIA. La difesa proverà a far ribaltare il verdetto di colpevolezza del giudice di Rimini, che a luglio aveva inflitto tre anni e quattro mesi per il reato di violenza sessuale. Ma in attesa dell’esito del processo d’appello, don Gabriele Corsani, 45 anni, ex economo del collegio salesiano “Don Bosco” di Pavia, ha risarcito pochi giorni fa l’allievo che lo denunciò per molestie e che nel processo di Rimini, dove aveva avuto luogo la vicenda, si era costituito parte civile con l’avvocato Monica Gnesi di Monza.

Il giovane, che all’epoca dei fatti aveva 19 anni e oggi ne ha 24, ha ottenuto il pagamento della provvisionale di 5mila euro che il giudice aveva disposto e che il sacerdote ha voluto mettere a disposizione. Nel frattempo, l’avvocato difensore Girolamo De Rada ha presentato appello contro il verdetto di primo grado. «Confidiamo in una rilettura dei fatti e quindi in un ribaltamento di quella sentenza», si limita a dire l’avvocato De Rada.

I fatti al centro del verdetto del tribunale di Rimini, che ora i giudici di secondo grado sono chiamati a riesaminare, risalgono al 2007, anche se l’inchiesta della procura di Rimini era partita nel 2011. Soltanto allora infatti un 24enne ex allievo di don Corsani aveva presentato denuncia, raccontando quello che sarebbe successo in un albergo di Rimini dove un gruppo di allievi di un istituto tecnico di ispirazione cattolica del milanese si trovava per un seminario. Secondo l’accusa e secondo i giudici di primo grado, in quell’occasione il sacerdote aveva attirato in una stanza dell’albergo il giovane allievo, proponendogli di dormire insieme. Ci sarebbero state molestie, prima che il ragazzo riuscisse a fuggire.

Una ricostruzione che il giudice Stefania Di Rienzo ha ritenuto attendibile. Lo stesso giudice aveva deciso, a luglio, anche di trasmettere gli atti alla procura di Pavia sulla base delle dichiarazioni rese alla polizia giudiziaria da un altro ragazzo, che aveva parlato di presunte molestie avvenute all’interno del collegio Don Bosco di Pavia, che lo aveva ospitato nel 2008 mentre frequentava la facoltà di Medicina a Pavia. Da quanto risulta, le indagini relative a questo filone sono ancora in corso.

http://laprovinciapavese.gelocal.it/cronaca/2013/12/04/news/molestie-a-giovane-allievo-prete-risarcisce-la-vittima-1.8239977

Advertisements