Violenza sessuale: molesta una fedele, arrestato prete siracusano

10:49 28 FEB 2013

(AGI) – Siracusa, 28 feb. – Un sacerdote di Augusta (Siracusa) e’ stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale aggravata. Si trova ai domiciliari don Gaetano Incardona, 74 anni, originario di Buccheri, arciprete della Chiesa Madre di Augusta. L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Siracusa, e’ stata avviata dopo la denuncia di una giovane di 21 anni, che si era recata in chiesa per confessarsi ma sarebbe stata molestata dal sacerdote il quale, in sagrestia, l’avrebbe palpeggiata e baciata. La vittima ha raccontato tutto ai carabinieri che all’alba di questa mattina, si sono presentati dal sacerdote con il provvedimento restrittivo emesso dal Gip di Siracusa. (AGI) .

http://www.agi.it/cronaca/notizie/201302281049-cro-rt10061-violenza_sessuale_molesta_una_fedele_arrestato_prete_siracusano

Augusta, denunciato Don Gaetano Incardona. Avrebbe picchiato un ragazzino dodicenne
nov 28 di SALVATORE LARIZZA

Augusta – Parroco “focoso”, avrebbe malmenato un ragazzino reo a suo dire di aver disturbato più volte in concorso con altri minorenni, con atti ed atteggiamenti poco convenevoli e disdicevoli, le funzioni religiose. Una denuncia – querela, nei confronti di don Gaetano Incardona, arciprete della Chiesa Madre di Augusta è stata presentata ieri mattina presso il locale commissariato della Polizia di Stato, dai genitori del dodicenne Guido (nome inventato). Il padre e la madre, vogliono andare sino in fondo su questa vicenda, chiedendo l’intervento dell’autorità giudiziaria competente ed anticipando sin da ora che intendono costituirsi parte civile in un eventuale procedimento penale nei confronti del prete per ottenere il risarcimento di tutti i danni arrecati.

I fatti sono accaduti lo scorso 9 novembre poco dopo le 18, ma solo ieri i genitori del minore hanno sporto querela. Secondo quanto denunciato dai genitori del dodicenne, Guido stava conversando con alcuni coetanei davanti all’ingresso laterale, prospiciente Piazza D’Astroga, della Chiesa Madre, quando l’arciprete, dopo essere uscito dalla Chiesa urlando come un forsennato e senza apparente motivo, tirandolo per la felpa, avrebbe trascinato il ragazzino all’interno del luogo sacro, colpendolo con schiaffi in testa e al viso e stringendogli le mani attorno al collo.

«Solo con gesto estremo nostro figlio – dicono i genitori – è riuscito a sottrarsi alla furia cieca dell’arciprete e a guadagnare l’uscita».

Tutto ciò sarebbe avvenuto alla presenza di numerosi testimoni che sono stati indicati nella denuncia – querela. Sul posto era intervenuta, chiamata dai genitori del minore, anche una volante della Polizia.

Guido è stato accompagnato al pronto soccorso del Muscatello dove i medici di turno hanno diagnosticato “trauma contusivo all’emivolto sinistro, abrasione superficiale del collo sinistro e distorsione rachide cervicale”, giudicate guaribili in 4 giorni.

«Nostro figlio è rimasto scosso e scioccato dall’accaduto tanto che – dicono i suoi genitori – lo abbiamo sottoposto a visite specialistiche da parte di un psicologo che lo ha ancora in cura».

Respinge con fermezza le accuse Don Gaetano che sull’accaduto da una sua versione dei fatti e confida sui risultati delle indagini della Polizia.

«Mi sono solo limitato a dare uno scappellotto al ragazzino che ho sorpreso all’interno della Chiesa assieme ad altri coetanei – dice l’arciprete che cita anche alcuni testimoni oculari -. Da tempo le funzioni religiose serali venivano disturbate da un gruppo di ragazzini e quella sera addirittura dagli ultimi banchi della Chiesa Madre durante la Santa Messa sono stati fatti esplodere dei piccoli petardi ed uno addirittura era stato messo nei giorni precedenti all’interno di una borsa di una fedele. Come se non bastasse con atteggiamento sprezzante durante la celebrazione del rito i ragazzini sono saliti sui banchi della cattedrale improvvisando dei balletti».

Avendo appreso della denuncia presentata nei suoi confronti dai genitori del minore, don Incardona si chiede «Chi c’è dietro a questa storia? Dove si vuole arrivare? Certamente – conclude – si vuole colpire la mia persona e screditarmi».

Augusta, denunciato Don Gaetano Incardona. Avrebbe picchiato un ragazzino dodicenne

Tratto da : http://www.giornaledisiracusa.it/index.php…352&Itemid=1119

AUGUSTA Bacia e palpeggia fedele in sacrestia, arrestato prete 73enne

28/02/2013
Arrestato per violenza sessuale l’arciprete della chiesa madre di Augusta (Siracusa), Gaetano Incardona. L’arresto è stato eseguito dai carabinieri, su ordine del Gip che ha accolto la richiesta del pm di Siracusa Antonio Nicastro.
Bacia e palpeggia fedele in sacrestia, arrestato prete 73enne
Arrestato per violenza sessuale l’arciprete della chiesa madre di Augusta (Siracusa), Gaetano Incardona, 73 anni. L’arresto è stato eseguito dai carabinieri, su ordine del Gip che ha accolto la richiesta del pm di Siracusa Antonio Nicastro. L’indagine è partita dalla denuncia di una fedele di 21 anni, baciata e palpeggiata più volte dal prete nella sacrestia dove la ragazza si recava per confessarsi. Le indagini, dicono i carabinieri, anche alla luce di alcune testimonianze, hanno consentito di riscontrare quanto denunciato dalla vittima. Il prete è ai domiciliari e nei prossimi giorni sarà interrogato dal Gip. (ANSA)

http://www.gazzettadelsud.it/news/36511/Bacia-e-palpeggia–fedele-in.html

 

Advertisements