Tentò di abusare di un fedele prete condannato a Marsala

Tentò di abusare di un fedele prete condannato a Marsala
Don Vito Caradonna avrebbe provato a violentare un uomo invitato nella canonica per un caffè. Il sacerdote è sotto processo anche per circonvenzione di incapace

Il Tribunale di Marsala ha condannato a due anni di reclusione, per tentativo di violenza sessuale, un prete di 38 anni, don Vito Caradonna, ex parroco della chiesa di contrada San Leonardo ed ex cappellano del carcere di Marsala. I fatti contestati al religioso risalgono al febbraio 2005. Ad accusare il prete è stato un uomo di 35 anni che nel corso del processo ha ribadito che don Vito lo invitò nella canonica della chiesa di San Leonardo per prendere un caffè e che mentre era “stordito” (l’uomo ha sempre avuto il sospetto che nel caffè sia stato messo del sonnifero) avrebbe tentato di violentarlo.

Alla vittima che ha accusato il prete, il Tribunale ha riconosciuto un risarcimento danni di 25 mila euro. Don Vito Caradonna – che è stato anno trasferito dal vescovo di Mazara a Santa Ninfa (Trapani) – è attualmente sotto processo anche per circonvenzione di incapace: avrebbe impiegato giocandoli i risparmi di un altro fedele.

(18 febbraio 2013)

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2013/02/18/news/tent_di_abusare_di_un_fedele_prete_condannato_a_marsala-52914836/

Prete condannato a due anni per tentata violenza sessuale

18/02/2013
Il Tribunale di Marsala ha condannato a due anni di reclusione, per tentativo di violenza sessuale, un prete di 38 anni, don Vito Caradonna, ex parroco della chiesa di contrada San Leonardo ed ex cappellano del carcere di Marsala
Prete condannato a due anni per tentata violenza sessuale

Il Tribunale di Marsala ha condannato a due anni di reclusione, per tentativo di violenza sessuale, un prete di 38 anni, don Vito Caradonna, ex parroco della chiesa di contrada San Leonardo ed ex cappellano del carcere di Marsala. I fatti contestati al religioso risalgono al febbraio 2005. Ad accusare il prete è stato un uomo di 35 anni che nel corso del processo ha ribadito che don Vito lo invitò nella canonica della chiesa di San Leonardo per prendere un caffé e che mentre era “stordito” (l’uomo ha sempre avuto il sospetto che nel caffé sia stato messo del sonnifero) avrebbe tentato di violentarlo. Alla vittima che ha accusato il prete, il Tribunale ha riconosciuto un risarcimento danni di 25 mila euro. Don Vito Caradonna – che è stato anno trasferito dal vescovo di Mazara a Santa Ninfa (TP) – è attualmente sotto processo anche per circonvenzione di incapace.(ANSA).

http://www.gazzettadelsud.it/news/35143/Prete-condannato–a-due-anni.html

Advertisements