I vescovi bloccano le indagini sui preti pedofili

I vescovi cattolici tedeschi hanno fermato le indagini sugli abusi sessuali commessi da alcuni sacerdoti su minorenni tra gli anni cinquanta e gli anni ottanta. Lo rivelaun’inchiesta del quotidiano Süddeutsche Zeitung.

Stando al giornale, i vescovi tedeschi avrebbero chiesto all’Istituto di ricerche criminologiche della Bassa Sassonia, un organo indipendente guidato dal professor Christian Pfeiffer, di interrompere le ricerche cominciate nel 2011. La diocesi ha fatto sapere che l’inchiesta sarà affidata a un altro istituto, conferma la Bbc.

La ricerca è stata avviata nel 2011, dopo che i vescovi avevano ricevuto centinaia di denunce riguardo a presunti abusi sessuali commessi tra gli anni cinquanta e ottanta in Germania da sacerdoti della diocesi. Il papa Benedetto XVI nei mesi successivi ha incontrato le vittime e ha offerto un risarcimento finanziario.

Il professor Christian Pfeiffer ha accusato i vescovi tedeschi di “censura”. “Tutto quello che facevamo doveva essere approvato dai vescovi”, ha aggiunto.

La fine della collaborazione con Pfeiffer è stata confermata dalla stessa Conferenza episcopale tedesca. “Il rapporto di fiducia reciproca tra i vescovi e il capo dell’istituto si è rotto”, ha commentato il vescovo di Treviri, Stephan Ackermann.

http://www.internazionale.it/news/germania/2013/01/09/i-vescovi-bloccano-le-indagini-sui-preti-pedofili/

Advertisements