Tra poche ore in procura a Mondovì Don Martin dirà la sua verità

Venerdì 20 aprile 2012, 11:10
Tra poche ore in procura a Mondovì Don Martin dirà la sua verità

A Murazzano i parrocchiani ancora non si danno pace e ci ricamano su: “Viveva al di sopra delle sue possibilità”

Si svolgerà tra poche ore l’interrogatorio di Don Martin, il prete accusato di abusi sessuali nei confronti di una minorenne, sua parrocchiana di Murazzano. L’indagato sarà portato con un cellulare della Polizia penitenziaria dal carcere di Biella – dove è detenuto – alla procura di Mondovì, dove il procuratore capo ha disposto l’interrogatorio.

I cittadini del piccolo comune dell’Alta Langa ancora non si danno pace su quanto è accaduto, sulla possibilità che un uomo di chiesa abbia potuto approfittare di una ragazzina con la quale, tra l’altro, si vedeva spesso perché l’aiutava a svolgere i compiti. Non sono arrivate – come spesso accade – lettere in difesa del parroco ed anzi i “quel Don non mi è mai piaciuto troppo” si susseguono da un bar all’altro e per le vie del paese.

Ad ascoltare i parrocchiani di Don Martin però, l’accusa di aver abusato della quattordicenne li avrebbe abbastanza sorpresi, mentre non li ha sorpresi affatto la possibile accusa rivolta in questi giorni al prete di essersi appropriato dei soldi della parrocchia. Perché, commentano: “si vedeva che gli piaceva la bella vita, viveva troppo al di sopra delle sue possibilità”.

Pettegolezzi e malelingue, forse, che però la componente del consiglio parrocchiale di Murazzano giustifica così: “Quando è arrivato in paese circolavano già le voci di una sua condotta non troppo chiara nella parrocchia di Mallare. Per questo – conclude la donna che vuol restare nell’anonimato – i nostri soldi non glieli abbiamo mai lasciati gestire”. In questo modo lo scagiona anche dall’accusa di appropriazione indebita, almeno per quanto riguarda la parrocchia di Murazzano.

http://www.targatocn.it/2012/04/20/leggi-notizia/argomenti/cronaca-1/articolo/tra-poche-ore-in-procura-a-mondovi-don-martin-dira-la-sua-verita.html

Advertisements